VanityFair: Poco sesso e non ci pesa - Psicologo Milano
trappole mentali
Le 5 trappole cognitive che minano la relazione di coppia
24 maggio 2014
come aiutare una persona depressa
Le 10 peggiori frasi da dire ad una persona depressa
4 giugno 2014
Mostra tutto

VanityFair: Poco sesso e non ci pesa

vanity poco sessoA fima di Simone Cosimi la mia ultima intervista per VanityFair, che prende spunto da un recente sondaggio che svela che il 32% degli italiani non ha rapporti sessuali frequenti. 

Ecco alcuni estratti del mio intervento, per leggere l'articolo interamente rimando al sito di VanityFair.

 

"Le ragioni sono diverse – su tutte il bombardamento mediatico contemporaneo – ma il punto è uno: la condizione non pesa. Anzi, è una scelta che viene vissuta con grandeserenità. “Il sesso è fattore molto importante in una coppia, ma non condizione indispensabile per indicare che la coppia è tale – spiega a Vanityfair.it lo psicologo e psicoterapeuta milaneseLuca Mazzucchelli – vedo molte coppie che vengono in terapia perché da diverso tempo non hanno rapporti sessuali: si può forse dire loro ‘non siete una coppia’?”.

vanity poco sessoA fima di Simone Cosimi la mia ultima intervista per VanityFair, che prende spunto da un recente sondaggio che svela che il 32% degli italiani non ha rapporti sessuali frequenti. 

Ecco alcuni estratti del mio intervento, per leggere l’articolo interamente rimando al sito di VanityFair.

 

“Le ragioni sono diverse – su tutte il bombardamento mediatico contemporaneo – ma il punto è uno: la condizione non pesa. Anzi, è una scelta che viene vissuta con grandeserenità. “Il sesso è fattore molto importante in una coppia, ma non condizione indispensabile per indicare che la coppia è tale – spiega a Vanityfair.it lo psicologo e psicoterapeuta milaneseLuca Mazzucchelli – vedo molte coppie che vengono in terapia perché da diverso tempo non hanno rapporti sessuali: si può forse dire loro ‘non siete una coppia’?”.

Per l’esperto pochi rapporti sessuali non sono per forza indice di scarsa intimità o sintonia. Anzi: “Si pensi ad Abelardo ed Eloisa, coppia amorosa che fa parte dell’immaginario collettivo europeo al pari di Tristano e Isotta, Paolo e Francesca, Romeo e Giulietta – continua lo psicologo – Abelardo era una persona logica, il maestro dei maestri che, quando discuteva, nessuno sapeva tenergli testa. S’innamora di Eloisa ma lo zio di lei era contrario alla relazione e decide di pagare una persona perevirarlo. Abelardo sopravvive e con lui anche il rapporto di amore con Eloisa: non potranno avere rapporti sessuali ma si scriveranno tanto da produrre un epistolario che è un emblema dell’amore romantico. Una coppia di certo lo sono stati anche loro: pur non avendo mai fatto sesso, la parte romantica della loro relazione è riuscita a compensarne le mancanze”.

Il paradosso è anzi, il più delle volte, proprio un eccesso di stimoli erotici sempre più espliciti che popolano ormai ogni aspetto della società, passando anzitutto da quellocomunicativo e mediatico. Tanto da produrre una sorta di nausea preventiva che può a sua volta condurre a problematiche di coppia. Uccidendo il desiderio e smontando la relazione per varie ragioni: narcisismo, paura di affrontare le proprie emozioni e, appunto, bulimia mediatica. “Questo non vuol dire comunque che sia auspicabile la mancanza di sessualità nella coppia, condizione sempre più diffusa e spesso indice di difficoltà a entrare in intimità con l’altro, di mettersi a nudo, di avvicinarsi e farsi avvicinare” conferma Mazzucchelli.”

Leggi l’articolo originale

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.