Guarire da ansia e attacchi di panico - Psicologo Milano
Strategie per migliorare la comunicazione tra genitori e scuola
1 agosto 2013
Esercizio pratico: ogni difetto contiene un pregio
1 agosto 2013
Mostra tutto

Guarire da ansia e attacchi di panico

attacchi di panico

attacchi di panico

Il mio metodo di lavoro con le persone che soffrono di ansia è così strutturato:

  • Colloquio preliminare per valutare la situazione nella sua complessità;
  • Proposta di un percorso breve per la gestione dell’ansia, di durata di 8 incontri. Durante questo percorso, verranno fornite indicazioni da seguire scrupolosamente tra un incontro e l’altro (approccio strategico breve).
  • Oltre alla parte di prescrizioni ed esercizi, si contestualizzerà il sintomo all’interno della persona e della sua storia di vita, per capirne significato e ragione d’essere (approccio sistemico relazionale).
  • Se necessario, il percorso prevede anche l’affiancamento del metodo di Giulio Cesare Giacobbe descritto nella pagina “Psicoterapia Evolutiva“.

Di seguito alcune riflessioni sul tema “ansia e benessere”.

L’ansia nasce come emozione che aiuta ad affrontare al meglio le situazioni della vita.

La giusta dose di ansia permette, infatti, di attivarsi e rendere il massimo nello studio prima di un esame, di prepararsi in maniera ottimale prima di un discorso importante sul lavoro, di trattenere la concentrazione adeguata per fornire performance sempre all’altezza della situazione, e così via.
Un uomo senza ansia alcuna, probabilmente, non avrebbe nemmeno paure, cosa che avrebbe conseguenze catastrofiche sulla sua sopravvivenza. Talvolta il meccanismo di regolazione dell’ansia può incepparsi, per cui lo stato ansiogeno da utile e amico diventa paralizzante e disfunzionale.
Questo capita soprattutto nei periodi di grandi cambiamenti, nei quali occorre rapportarsi con maggiori responsabilità e, a un qualche livello, intraprendere una strada che ha a che fare con la crescita e l’autonomia.

 

Il funzionamento dell’ansia è simile a quello della paura, per il quale rimando alla lettura dell’articolo “sconfiggere le paure”.
Nell’attacco di panico, tuttavia, spesso il soggetto non ha paura di quanto è già successo, ma di quanto potrà accadere in un futuro prossimo.
Per questo il problema che gli ansiosi devono risolvere non è tanto l’evento iniziale che ha innescato le loro ansie, ma le tentate soluzioni che mettono in atto per potere gestire le preoccupazioni e angosce.
Questo perché le persone ansiose spesso, con le migliori intenzioni di controllo, provocano le peggiori conseguenze sintomatiche, innescando escalation ansiogene estremamente logoranti sia da un punto di vista mentale sia fisico.

Le strategie di gestione dell’ansia, infatti, inizialmente possono sembrare funzionali e utili per placare le paure, ma a lungo termine capita che non solo diventino inutili, ma anche parte del problema stesso: è importante allora chiedere tempestivamente aiuto per riprendere in mano il volante della situazione.

Guarire e gestire le ansie è possibile, talvolta in tempi anche molto brevi, ma occorre mettersi nelle mani di un professionista che possa aiutare in questo percorso.

Per vedere oltre 20 video tutorial che ho personalmente curato sul tema dell’ansia vai a questo link.

Luca Mazzucchelli

 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.