Perchè essere apprensivi è negativo per i nostri figli? - Psicologo Milano
L’audizione protetta: cosa fare e cosa no
7 settembre 2013
Genitori e figli: educazione digitale – Corriere della Sera
2 ottobre 2013
Mostra tutto

Perchè essere apprensivi è negativo per i nostri figli?

genitori apprensiviL'ultima volta ci siamo lasciati con questa domanda: qual è il lavoro che dobbiamo fare su noi stessi per aiutare i nostri figli?

 

Vorrei partire dalla riflessione: perché essere genitori apprensivi è negativo per i nostri figli?

 

Innanzitutto perché più si è in ansia per il proprio bimbo, più è probabile che qualcosa accada (la profezia che si autoavvera). Di fatti quando si è agitati non si riesce a prevenire al meglio gli incidenti dei nostri figli.

Inoltre quando un bimbo si sente ipercontrollato, appena si allenta la presa, ecco che si comporta in modo pericoloso.

genitori apprensiviL’ultima volta ci siamo lasciati con questa domanda: qual è il lavoro che dobbiamo fare su noi stessi per aiutare i nostri figli?

 

Vorrei partire dalla riflessione: perché essere genitori apprensivi è negativo per i nostri figli?

 

Innanzitutto perché più si è in ansia per il proprio bimbo, più è probabile che qualcosa accada (la profezia che si autoavvera). Di fatti quando si è agitati non si riesce a prevenire al meglio gli incidenti dei nostri figli.

Inoltre quando un bimbo si sente ipercontrollato, appena si allenta la presa, ecco che si comporta in modo pericoloso.

Come posso quindi agire al meglio per il mio bimbo?

  • Chiedersi se questa situazione è obiettivamente pericolosa o rappresenta una proiezione delle mie paure

  • Chiedersi se succedesse quello che temo, sarebbe veramente così catastrofico?

  • Che vantaggi posso ottenere superando queste mie paure?

 

E’ importante quindi:

  • mantenere i nostri pensieri ancorati il più possibile al presente

  • non cercare di essere perfezionisti, qualcosa può andare storto!

  • Non sfuggire, ma esporsi alle situazioni temute

  • quando ci sentiamo in ansia, diamoci suggerimenti come lo faremmo con un amico

  • utilizzare tecniche immaginative, rappresentando la situazione che causa ansia, cercando di trasformarla poco per volta a un lieve senso di preoccupazione

 

Questi pratici suggerimenti non sono miracolosi, ma allenandosi di giorno in giorno possono ridurre la frequenza e l’intensità dell’ansia e aiutarvi a costruire una qualità di vita MIGLIORE!

Elisa Oliva 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.