Breivik: mi dispiace di non aver ucciso molte più persone - Psicologo Milano
Pet therapy: in consultazione dal dott. Asino…
10 novembre 2013
«Il filosofo dopo Freud? È un medico per le idee»
10 novembre 2013
Mostra tutto

Breivik: mi dispiace di non aver ucciso molte più persone

Il mio parere: non riesco a pensare che una persona di questo tipo possa essere considerata mentale, e credo che l’infermità sia d’obbligo.

Certo si ripropone sempre il solito punto: il carcere serve sulla carta per riabilitare le persone, poi nel concreto questo non è sempre fattibile.

Voto articolo: 8/10

Tratto dall’articolo:

“Ora basta», dice il giudice Elisabeth Arntzen alle cinque e mezzo del pomeriggio.

Basta, signor Breivik: perchè lei non è pazzo, è un terrorista, un criminale, uno che ha ammazzato 77 norvegesi; che si merita i 21 anni di carcere, il massimo della pena, e nemmeno adesso mostra pietà.

Basta, e la presidente della Corte dai capelli candidi e occhi azzurri gli spegne il microfono.

Solo chi è vicino ad Anders Breivik può sentire quel che sta leggendo: «Voglio porgere le mie scuse ai militanti nazionalisti in Norvegia e in Europa per non aver ucciso molte più persone…».

Fa il solito saluto a braccio teso e pugno chiuso, gli mettono le manette, lo portano via. Nessuno farà appello.

Ora basta, per sempre”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www3.lastampa.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.