Attualità Archivi - Pagina 3 di 18 - Psicologo Milano
24 febbraio 2014
amore-paure

7 ragioni per cui le persone hanno paura dell’amore

Che ne sia consapevole o meno, la maggior parte di noi ha paura di innamorarsi davvero. Tutti noi adottiamo alcune difese, che, ad un qualche livello, riteniamo possano proteggerci dall’essere feriti. Tali difese possono fornirci una falsa illusione di sicurezza e tranquillità, ma ci impediscono di raggiungere quell’intimità che tanto desideriamo. Ma da cosa deriva la nostra paura dell’intimità? Che cosa ci frena nel trovare e far durare nel tempo l’amore che diciamo di volere? Ecco alcune riflessioni in merito.. […]
15 febbraio 2014
esercizio gratitudine

Gratitudine: esercizio per migliorare l’umore… in 2 minuti

Essere di buon umore ha moltissimi effetti positivi. Porta ottimismo, risate, creatività e gioia di vivere. I momenti di buon umore ci aiutano a sopportare meglio tutte le irritazioni a cui la vita ci sottopone quotidianamente. La ricerca psicologica è d’accordo. Le emozioni positive sono risultate associate in molti studi con una maggiore creatività, maggiore capacità di problem-solving e un maggior successo complessivo nella vita. Quindi, ecco un modo rapido e subito utilizzabile per migliorare il tuo umore: praticare la […]
15 febbraio 2014
suggestioni

9 semplici suggestioni che possono modificare le percezioni delle persone

Possiamo migliorare la nostra vita e quella degli altri con il potere dalla suggestione? Quanto è forte il potere della suggestione? Una delle più potenti dimostrazioni è l’Effetto Placebo, per il quale “finti farmaci” possono farci sentire meglio. Ma la ricerca psicologica è piena di ogni sorta di altre scoperte su come altre piccole suggestioni possono influenzare il modo di pensare e percepire il mondo. Qui di seguito trovate 9 esempi riportati in un recente articolo pubblicato sulla rivista Current […]
14 febbraio 2014
benefici psicologici della rabbia

Rabbia: 6 benefici psicologici

Ci sono numerosi buoni motivi per evitare di arrabbiarsi. La rabbia può farci stare male, condurci a fare cose stupide senza considerarne i rischi e può essere distruttiva. Come risultato di ciò, le persone civili fanno del loro meglio per sopprimerla e mascherarla. Tuttavia, come tutte le altre emozioni, la rabbia ha anche alcuni aspetti positivi che, se usati adeguatamente, possono portare a importanti risultati. 1. La rabbia è una forza motivante A volte si sente parlare della possibilità di […]
14 febbraio 2014

Bullismo e anonimato, tutti contro Ask.fm il sito dei ragazzi che terrorizza i genitori

 Nelle strade poco illuminate si rischia di più. E Ask. Fm è un sito dove, volendo, si può picchiare al buio. Con le parole, che non fanno meno male.   (…) Perché la principale caratteristica del sito fondato in Lettonia nell’estate del 2010 è la possibilità di porre domande in forma anonima. O, come dice un’adolescente con il dono della sintesi, è «un sito per chi vuole farsi i fatti tuoi ma non ha il coraggio di farlo a viso […]
11 febbraio 2014

Svizzera. In 30 scuole arrivano le “Sex-box” con peni di peluche per insegnare ai bambini (4 anni) «masturbazione e piacere fisico»

Falli in legno, peni e vagine di peluche, video e pupazzi. È il contenuto delle “Sex-box” per l’educazione sessuale arrivate in 30 scuole elementari del Cantone di Basilea e che ha scatenato le proteste dei genitori.   A PARTIRE DAI 4 ANNI. L’iniziativa promossa dall’Ufficio federale della Sanità pubblica, in collaborazione con il ministero della Pubblica istruzione, prevede per i bambini dai 4 ai 6 anni l’insegnamento dell’anatomia del corpo umano e come avviene il concepimento. Tra i 6 e […]
10 febbraio 2014

Telefono azzurro: convegno su un web più sicuro

Secondo una ricerca di DuepuntoZero Research-Doxa ( tratta dal Sole 24 Ore) all’età di 12-13 anni 8 bambini su 10 navigano regolarmente su internet e anche la fascia di età inferiore, dai 5 ai 13 anni, lo fa in una percentuale notevole, per un 33% nel 2011, che è balzato al 44% nel 2012.   Ancora più significativo è il fatto che  il 57% dei bambini naviga senza alcun controllo dei genitori  e questo non può non preoccupare.   Il professor […]
7 febbraio 2014

La psicologia di Candy Crush Saga

(…) cosa si attiva nella nostra mente quando passiamo ore (magari spendendoci pure soldi) su giochi tutto sommato semplici e ripetitivi come Candy Crush, Farmville, o come certi giochi di ruolo online?   Secondo un interessante articolo comparso in questi giorni su Gamasutra, sito di riferimento per molte discussioni trasversali relative al mondo dei videogiochi, sarebbe tutta colpa del naturale e costante disequilibrio della nostra mente, un disequilibrio che ci porterebbe a soddisfare di continuo determinati bisogni, teorizzati molti anni fa dallo psicologo Henry […]
6 febbraio 2014

Twitter, il nuovo strizzacervelli che scova i depressi?

Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight: Il mio parere: l’articolo che segue, se letto per intero, sembra polemico e scettico circa l’utilità che le comunicazioni che avvengono sui social (ad esempio Twitter) possano avere per comprendere meglio i problemi di chi li abita. Io invece credo molto che – perfezionando gli strumenti oggi a disposizione – veramente si possano studiare interventi e strumenti ad hoc per prevenire disagi e aumentare il benessere. Per chi fosse interessato a sapere come immagino la psicologia […]
5 febbraio 2014

18 cose che i bambini possono insegnarci sulla felicità

Sono istintivi e sanno subito ciò vogliono. Vivono il presente. Non si fanno domande sul passato o sul futuro. A meno che non sia l’ora di andare a letto. Credono. Non importa se è babbo natale, la fatina, o perfino il potere magico di un cerotto. Fanno cose. Scolpiscono, dipingono, tagliano con le forbici non stanno mai con le mani in mano. Ballano. Se ne infischiano se qualcuno li guarda loro ballano e non temono i giudizi altrui. Cantano. Saltano […]
4 febbraio 2014

Aspettare i mezzi pubblici: tecnologia e psicologia dell’attesa

    La posta in gioco con la psicologia dell’attesa è particolarmente importante per chi studia l’efficienza dei trasporti pubblici, proprio perché deve far fronte a un’alternativa. E quale sarebbe l’alternativa? Prendere l’auto, perché nell’immediato non richiede alcuna attesa. (…) Kari Watkins, della Georgia Tech, ha studiato come la gente aspetta l’autobus. ”Con la tua automobile, parcheggiata proprio lì, sai dove si trova in ogni momento, se hai bisogno di usarla subito e andare da qualche parte, la prendi e vai.Ma quando […]