Cogito ergo soffro - quando pensare troppo fa male - Psicologo Milano
curiosità psicologiche
PsicoCuriosità: perchè alcune persone sono più propense di altre a vedere Gesù su una fetta di pane tostato?
13 settembre 2015
psicologia della scelta
Psicologia della scelta: 10 spunti strategici per prendere una decisione
20 settembre 2015
Mostra tutto

Cogito ergo soffro – quando pensare troppo fa male

cogito ergo soffro

Puoi acquistarlo qui: http://amzn.to/1UKMyiv

Uno dei libri che più consiglio durante i miei percorsi psicologici….

Perché parla del dubbio patologico, una modalità di pensiero limitante che coglie sempre di più le persone intelligenti, quelle che pensano molto, troppo, che cercano di trovare sempre una risposta a tutto.

La prima parte molto filosofica, a me è piaciuta tantissimo, la seconda forse per i più sarà considerata maggiormente agile e leggera è ricchissima di casi clinici e prescrizioni per potere uscire dal labirinto mentale del cogito ergo soffro.

Tre cose che mi sono rimaste da questo libro

  1. l’aforsima iniziale, che dice “se non c’è soluzione, di cosa ti preoccupi? Se c’è soluzione, di cosa ti preoccupi?”. È un bel modo per iniziare il libro ma anche per riassumere in maniera molto efficace un punto cardine del libro: occuparsi è più utile di preoccuparsi
  2. L’idea che pensare troppo possa fare soffrire. E’ controintuitiva rispetto al classico “cogito ergo sum”, ma il tarlo del dubbio in effetti è una potentissima arma per distruggere la nostra serenità e risucchiarci le energie. Paradossalmente pensando tutto il giorno in maniera non producente, non si riescono
  3. Il  concetto secondo il quale spesso il problema di chi è incastrato nel troppo pensare, non si trovi tanto nelle mille domande che spontaneamente ma continuativamente bombardano la mente di chi soffre di “dubbio patologico”, ma nelle risposte che in tutta buona fede si cerca di fornire loro. E più si cerca di dare loro una risposta, più le domande si sentono legittimate a emergere in tutta la loro angoscia.

 

Il linguaggio utilizzato da Giorgio Nardone e Giulio de Santis è come al solito accattivante, pratico, diretto, molto concreto e capace di metterti all’angolo con ragionamenti netti, chiari, limpidi, illuminanti.

Puoi acquistarlo qui: http://amzn.to/1UKMyiv

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.