Come funziona la testa del campione? - Psicologo Milano
LA PSICOTERAPIA CAMBIA IL CERVELLO
10 novembre 2013
11 Studi Controintuitivi di psicologia
10 novembre 2013
Mostra tutto

Come funziona la testa del campione?

Le menti dei grandi campioni:

  • hanno la percezione di avere capacità sportive in grado di far fronte alle richieste.
  • tutto viene visto come sfida: sia gli elementi positivi che quelli negativi (arbitri, meteo, avversari, pubblico, campo di gioco) vengono interpretati come caratteristiche insite nel gioco, vincolanti, ma di certo non così in grado di modificare la propria prestazione sportiva.
  • sono proiettate nel futuro: quando possibile pensano già alla prossima manche, alla prossima gara o alla prossima partita. Poco spazio alla ruminazione mentale sugli errori passati.

Queste caratteristiche possono (e debbono) essere allenate, non sono rigide o prestabilite, si tratta invece di interpretazioni del contesto che dipendono da libere scelte dell’individuo…

See on www.lecconotizie.com

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.