Ecco ''soft'': riduce 5 volte la recidiva di reati sessuali - Psicologo Milano
Come il passaparola ci condiziona
10 novembre 2013
Parlare da soli fa bene alla salute e aumenta l’intelligenza
10 novembre 2013
Mostra tutto

Ecco ”soft”: riduce 5 volte la recidiva di reati sessuali

Interessante e pionieristico progetto per irdurre la recidiva dei reati sessuali.

Voto articolo 7/10

Luca Mazzucchelli

Tratto dall’articolo

Si chiama ‘Soft’ – Sex offenders full treatment – ed è il primo progetto in Italia per il trattamento dei detenuti per reati sessuali, con grandi potenzialita’: applicato su scala nazionale, potrebbe infatti ridurre di oltre 5 volte il rischio di recidiva per gli autori di aggressioni a sfondo sessuale, ‘abbattendolo’ dal 17% al 3,2% e riducendo drasticamente anche i costi sociali.

La particolarita’ nel metodo sta infatti nella presa in carico trattamentale sia in carcere che sul territorio per i soggetti in affidamento all’Uepe o per chi ha finito la pena ma sente la necessita’ di continuare il percorso, attraverso il presidio criminologico esterno appositamente attivato.

In carcere ci sono 2.000 sex offenders, ma c’e’ un ‘numero oscuro’ dell’80%, che rimane sommerso. ‘Soft’ prevede “trattamenti di gruppo dal momento dell’ingresso in carcere, con gruppi motivazionali pre-trattamentali, nei primi 8 mesi del progetto, e nei successivi 10 mesi un’unita’ di trattamento intensificato, gia’ sperimentato con successo a Bollate da 5 anni e Pesaro da quest’anno. Inoltre, quando il detenuto esce dal carcere avra’ come punto di riferimento un apposito centro esterno.

Leggi tutto l’articolo

See on affaritaliani.libero.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.