Ansia: quando chiedere aiuto? - Psicologo Milano
Ansia: Sono normale?
26 luglio 2013
Attacchi di panico
26 luglio 2013
Mostra tutto

E' CONSIGLIABILE IL PARERE DI UN ESPERTO QUANDO:

 

•  …quando evito un posto pubblico, soprattutto se non accompagnato
•  …quando “lascio” che la macchina la guidino gli altri
•  …quando voglio sempre guidare io, per evitare di sedermi sui sedili posteriori
•  …quando la paura del sesso mi impedisce di avere una sana relazione
•  …quando andare a letto diventa faticoso perché temo di non dormire
•  …quando mi sento costretto a controllare più volte di non aver commesso errori al lavoro
•  …quando tardo a uscire di casa finché tutto non è in perfetto ordine

E’ CONSIGLIABILE IL PARERE DI UN ESPERTO QUANDO:

 

•  …quando evito un posto pubblico, soprattutto se non accompagnato
•  …quando “lascio” che la macchina la guidino gli altri
•  …quando voglio sempre guidare io, per evitare di sedermi sui sedili posteriori
•  …quando la paura del sesso mi impedisce di avere una sana relazione
•  …quando andare a letto diventa faticoso perché temo di non dormire
•  …quando mi sento costretto a controllare più volte di non aver commesso errori al lavoro
•  …quando tardo a uscire di casa finché tutto non è in perfetto ordine
•  …quando devo tornare più volte a controllare la chiusura della porta di casa o l’automobile
•  …quando, terrorizzato dalla sporcizia, evito in modo assoluto i bagni pubblici, se non adottando infinite precauzioni
•  …quando sono tormentato dai dubbi e certi pensieri proprio non se ne vogliono andare
•  …quando temo continuamente che ai miei cari possa succedere qualcosa di pericoloso
•  …quando evito il più possibile di uscire di casa da solo
•  …quando mi sento costretto a seguire sempre lo stesso ordine nel fare una cosa (ad es. nell’apparecchiare la tavola o nello scegliere i vestiti da mettere)
•  …quando mi infastidisce la vista di un coltello o di un arma (paura di far del male a me oppure agli altri)
•  …quando ogni segno fisico mi spinge a chiedere rassicurazioni continue al mio medico
•  …quando mi sento addosso le malattie degli altri (“Sicuramente verrà anche a me!”)
•  …quando in un locale nuovo cerco attentamente la posizione della Toilette
•  …Ma soprattutto quando il mio partner mi dice “Basta! Con le tue paranoie mi stai facendo impazzire!”
Se tra queste voci avete ritrovato una parte che vi riguarda non è detto che sicuramentesoffrite di un disturbo d’ansia, ma che forse è il caso di chiedere un parere a una persona esperta nel trattamento di queste problematiche.
Qualunque metodo scegliate per affrontare la vostra ansia, è importante che ricordiate che questa non può essere eliminata completamente: se vi aspetterete questo rimarrete delusi. Il vostro obiettivo è imparare a ridurre l’intensità dell’ansia, e questo è un processo che richiede impegno costante e soprattutto molta pazienza

(…) Ma la parola d’ordine, quando iniziate una psicoterapia, è pazienza. Che, tra l’altro, mal si combina con un’altra parola: ansia.


Dott. Daniel Bulla
dbulla@libero.it
Fonte: www.giovanipsicologi.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.