"Invisible girlfriend": nuova app online che simula la fidanzata perfetta - Psicologo Milano
I pedagogisti scrivono una lettera all’Ordine degli Psicologi contro «l’abuso di professione educativa»
7 dicembre 2013
ansia primo appuntamento
Ansia da primo appuntamento… come superarla?
16 dicembre 2013
Mostra tutto

“Invisible girlfriend”: nuova app online che simula la fidanzata perfetta

Startup americana (…) promette di creare una fidanzata perfetta, a soli 10 dollari al mese. Ma come?

Il progetto si chiama “Invisible girlfriend“, ed è in grado di creare una ragazza su misura, che chiama, lascia messaggi, invia email. È tutta dolcezza e tenerezza, ma non esiste. A soli 9 dollari al mese, questa piattaforma ancora in fase di beta può simulare una vera relazione.

Una via di fuga pensata per il pubblico maschile, e a breve anche per quello femminile. (…)

 

Ma ad avere bisogno di una finta fidanzata non sono solo i ragazzi che si sentono soli, ma anche tutti coloro che vogliono far sapere a parenti ed amici che c’è qualcuno che si prende cura di loro. Perché non c’è niente di peggio che essere compatiti quando si è single.

 

Ma farà bene questa ennesima fuga del virtuale? A spiegarci i rischi ci pensa Vittorio Lingiardi, psichiatra e professore di psicologia dinamica all’Università La Sapienza di Roma: “Qui l’idea di un altro reale è cancellata e sostituita da un altro virtuale, costruito e controllato secondo i nostri bisogni. Trovo agghiacciante un’applicazione che dica: se non hai una persona importante nella tua vita, noi la creiamo e puoi far credere agli altri che esista (…) È un gioco, ma potrebbe somigliare a un piccolo delirio. E la vita virtuale, anziché arricchirci, diventa una droga“.

 

Leggi l’intero articolo

 

Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight:

Startup americana lancia una nuova applicazione online che simula una fidanzata: l’utente la imposta secondo le proprie esigente e lei chiama, manda messaggi e scrive mail d’amore. L’iniziativa ha già destato non poca preoccupazione nella comunità psicologica e io non posso che associarmi all’opinione dei colleghi. Come sapete sono un sostenitore delle nuove tecnologie e penso che siano potenzialmente di grande aiuto, ma ritengo anche che non debbano mai sostituire la relazione, quanto più facilitarla..

See on www.webisland.net

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.