Libroterapia - perchè leggere rende migliori - Psicologo Milano
martina levato
Togliere o non togliere il figlio a Martina Levato?
25 agosto 2015
chi ha spostato il mio formaggio
Chi ha spostato il mio formaggio? – Libri per la Mente
30 agosto 2015
Mostra tutto

Libroterapia – perchè leggere rende migliori

libroterapia

“Se ogni anno bevi 365 cappuccini e mangi altrettante brioches, ma non leggi alcun libro sul miglioramento personale, non venire a chiedermi come mai la tua vita o la tua professione non stiano andando per il verso giusto”.

Con questa frase che lessi tempo fa su un libro dedicato alla crescita personale decido di iniziare un nuovo video spazio dedicato alle letture.

Lo faccio da qui, la primissima mia ripresa in esterna, perché questa location a due passi dal mio studio è dove vengo solitamente a leggere, sempre che ci sia una bella giornata come oggi, quando magari ho uno spazio libero tra un appuntamento e l’altro.

Sono 3 le riflessioni che mi hanno convinto ad aprire questa rubrica..

  1. Oggi non legge nessuno. E’ un peccato perché i libri sono uno strumento di crescita potente tanto quanto sottovalutato, chi decide di leggere investe su se stesso e acquista un vantaggio competitivo enorme nella sua vita e nel suo lavoro.
  2. Perché la conoscenza è tutto. E leggere le esperienze di chi magari ha dedicato una vita ad approfondire e studiare alcuni argomenti per poi scriverci sopra e condividerli è una occasione da non perdere se vuoi essere un uomo o una donna migliore: occorrerebbe ritagliarsi almeno mezza giornata a settimana per leggere. Almeno
  3. Ho notato che praticamente in tutte le terapie che conduco, includo la lettura di almeno un libro. Quello che ho visto è che anche la semplice lettura di un libro è in grado a un qualche livello di cambiarci, o quanto meno fare iniziare un processo di evoluzione verso una destinazione prima ignorata

Assieme a queste tre riflessioni vorrei puntualizzare anche 3 punti importanti a mo’ di “istruzioni per l’uso” di questa rubrica.

  1. La prima è che ci sono diversi tipi di libri. Alcuni sono da spulciare, altri da leggere, altri ancora da studiare e ristudiare ciclicamente. In questo video spazio mi concentrerò soprattutto su quelli che io ripongo in questa ultima categoria, con la caratteristica però della divulgazione. Eviterò quindi libri “indispensabili” ma troppo complessi o troppo poco diretti
  2. La seconda è che sono tutti libri con i quali a un qualche livello io sento di avere un debito, un conto aperto, perché mi hanno dato molto e sento di essere grato con gli autori che citerò, e spero possano dare qualcosa anche a te che li leggerai.
  3. L’ultima è una precisazione, cioè quella che non saranno tutti libri scritti da psicologi. Anzi, mi piacerebbe privilegiare libri di altre professioni, per quanto sarà possibile, perché non credo che la psicologia abbia il copyright sulla parola cambiamento, ma che sia veramente necessario creare ponti con altre discipline e professioni per continuare a crescere e migliorare.

Direi che è tutto, per restare in contatto e non perdere i prossimi video che faccio iscriviti al canale e/o alla mia newsletter, così che possa avvisarti delle ultime novità,

ciao e alla prossima settimana con la prima recensione

Luca Mazzucchelli

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.