paura dell'uomo nero: istruzioni per l'uso
fotografia e memoria
Non hai bisogno di fotografare tutto! Come fare fotografie può ostacolare la memoria
24 gennaio 2014
Contro le liti e lo stress la psicologia arriva in condominio
28 gennaio 2014
Mostra tutto

Chi ha paura dell’ “Uomo Nero?” La psicologia del Boogie Man

uomo nero favole

Non tutti i bambini hanno paura dell’Uomo Nero, anche detto Boogie Man, la creatura immaginaria che vive sotto i letti, negli armadi e dietro gli angoli bui.

 

Ma chi di noi da bambino se ne stava immobile sotto le coperte, con le ginocchia raggomitolate al petto e la vescica piena perchè non osava uscire dal letto al buio, sa quanto questa paura può essere debilitante..

 

Ma cosa c’è dietro la paura infantile dell’Uomo Nero?

(…) Gli psicologi vedono questa paura come un step naturale della maturazione umana. Secondo la National Sleep Foundation, i mostri appaiono nella psiche dei bambini quando raggiungono l’età mentale in cui comprendono che esistono cose nel mondo esterno che possono fare del male. Queste paure e demoni immaginari possono essere il risultato di esperienze spaventose, ma più spesso compaiono dal nulla, per un fattore legato appunto allo sviluppo.

 

Bambini di età compresa tra i 4 e i 6 anni di solito hanno paura di cose che non sono reali, come i mostri o i fantasmi, mentre bambini più grandi tra i 7 e i 12 hanno paura di cose reali, come ladri, disastri naturali o animali feroci.

 

La ricerca suggerisce che bambini più timidi potrebbero avere più difficoltà a superare la paura dell’Uomo Nero: alcuni studi mostrano infatti che questi bambini, quando ascoltano una storia, hanno difficoltà ad identificarsi nell’eroe e a concentrarsi su come riesca nell’impresa di sconfiggere il mostro, concentrandosi, invece, sul mostro stesso. (…)

 

La maggior parte di queste paure, comunque, si estingue autonomamente nel corso dello sviluppo.

 

Come aiutare i bambini a sconfiggere la paura dell’Uomo Nero?

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Child Development, vi sono diverse strategie per aiutare i nostri bambini a superare la paura del Boogie Man. (…)

 

In generale, i bambini che sono spaventati da situazioni reali dovrebbero essere aiutati dai genitori a concentrarsi su pensieri positivi riguardo alla loro possibilità di reagire con successo a determinate situazioni. (…)

I bambini che si concentrano di più sui mostri e sui nemici immaginari, invece, possono trarre beneficio dal fatto che i genitori ricordino loro che queste cose non sono reali.

Un’altra strategia, che funziona bene con i bambini più piccoli, consiste nel trasformare l’uomo nero in una entità non spaventosa: “l’uomo nero sta solamente cercando un amico” (…)

 

Altri suggerimenti utili includono:

  • Dotare la cameretta dei bambini di una piccola luce da notte
  • Procurare ai bambini un animale di stoffa o il loro giocattolo preferito per aiutarli a sentirsi sicuri
  • Usare talismani, come acchiappa-sogni, attorno al letto del bambino di notte: se il bambino crede che un simile oggetto possa aiutarlo, la sua ansia calerà significativamente
  • Evitare storie eccessivamente violente o spaventose al momento di andare a letto (…)
  • Non respingete la paura del vostro bambino, ma parlatene con lui per il tempo necessario: fategli sentire che non è solo a fronteggiare questa paura.

 

Mentre è comune per i bambini avere paura dell’Uomo Nero o di altre situazioni reali, le paure persistenti, specialmente nei bambini più grandi, potrebbero richiedere una visita specialistica. (…)

 

Leggi l’intero articolo in inglese

 

Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight:

Da bambini avevate paura dell’Uomo Nero? Quella creatura spaventosa che vive sotto i letti o negli angoli bui e che vi costringeva a trattenere per ore la pipì o a sfidare le vostre peggiori paure?

 

A questo proposito vi propongo l’articolo che segue, che fornisce alcuni suggerimenti utili ai genitori per affrontare insieme ai loro bambini il temuto Uomo Nero e molto altre frequenti paure infantili.

 

A mio avviso, un’altra buona strategia per esorcizzare questa paura, da integrare con le altre, consiste nel leggere con il bambino e imparare con lui una di queste “filastrocche della paura”, una delle quali, la terza, è proprio sul Boogie Man. Le trovi QUI

See on voxxi.com

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.