Psicologia: come saranno gli anziani di domani - Psicologo Milano
Ortoterapia «fa bene anche a chi è sano»
10 novembre 2013
Figli perseveranti se con padri autorevoli…
10 novembre 2013
Mostra tutto

Psicologia: come saranno gli anziani di domani

Il mio parere: l’avvento delle nuove tecnolgie è destinato ad avere un impatto anche sulla qualità della nostra vecchiaia, all’insegna di una maggiore autonomia: lavatrici con un solo comando, cellulari fatti apposta per chi ha problemi di vista e udito, sistemi di telemedicina per eviatare lunghe file dal dottore e perchè no, aggiungo io, per chi ha problemi di deambulazione, incontri psicologici via skype, seduti comodamente in poltrona?

Voto all’articolo 7/10

Tratto dall’articolo:

“Gli anziani di domani non apparterranno più alla generazione antica, quella cresciuta nelle grandi famiglie numerose dove era normale e “obbligatorio” occuparsi dei più anziani.

Quella che avanza è la generazione dei nati negli anni Sessanta, nel pieno della ricchezza … sono coloro che hanno fatto le rivoluzioni.

Queste persone non saranno anziani passivi, che si abbandonano ai figli o alle badanti. Saranno uomini e donne che rivendicheranno la propria autonomia il più possibile.

Ed ecco perchè fin da ora la scienza e la tecnica si stanno organizzando per dar loro il più ampio spazio di movimento possibile, in casa e fuori.

Mentre “fuori” cominciano ad essere di gran moda gli scooter elettrici per gli spostamenti quotidiani nel traffico, quando non si può più camminare bene, la casa dell’anziano del futuro viene presentata questa settimana ad Ancona.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on benessere.guidone.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.