Psicologia del tradimento... - Psicologo Milano
Vademecum per i giovani papà…
10 novembre 2013
Per innamorarsi basta crederci: fingere rafforza il sentimento?
10 novembre 2013
Mostra tutto

Psicologia del tradimento…

Il mio parere: interessante intervista a Raffaella Cortini, collega che lavora sulla tematica del tradimento, dove vengono spiegate alcune delle sue dinamiche e conseguenze.

Voto articolo: 8/10

Tratto dall’articolo:

“Tradiscono più gli uomini o le donne?
«In base alla mia esperienza le donne. O, almeno, sono più i casi di donne che vengono in terapia».

Perché?
«Perché la donna è più riservata. Ha meno luoghi di sfogo. L’uomo in molti casi ha la comprensione degli amici».

Riavvolgiamo il nastro, perché si tradisce?
«Gli elementi sono tanti. Spesso per paura, paradossalmente, della troppa intimità richiesta da un rapporto di coppia. Per paura di una relazione stabile. Il più delle volte alle spalle di chi tradisce c’è un infanzia segnata da relazioni strette non positive.

Esiste il traditore seriale?
«Esiste il seriale, e questo può avere tratti patologici. Ma esiste anche il tradimento una tantum. Nelle persone di mezza età, colte a volte da regressione adolescenziale, la ‘scappatella’ può essere episodica».

La serialità come malattia?
«Attenzione, ho detto che può avere tratti patologici. Il più delle volte è una persona, uomo o donna, che ha bisogno di continue conferme narcisistiche. Si può parlare di vuoti interiori».

Perdonare si può?
«E’ un percorso difficile ma necessario se si vuole andare avanti. Senza, il destino del rapporto è segnato».”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.ilrestodelcarlino.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.