Psicologo di quartiere, Mazzucchelli: 'Sono soprattutto donne' - Psicologo Milano
Intervista a Telenova – psicologo di quartiere
7 maggio 2010
psicologo di quartiere
OPL chiarisce la figura dello psicologo di quartiere
13 maggio 2010
Mostra tutto

Psicologo di quartiere, Mazzucchelli: 'Sono soprattutto donne'

Tratto da www.voceditalia.it

"Sono soprattutto le donne ad ammettere di avere un problema"

Psicologo di quartiere, Mazzucchelli: 'Sono soprattutto donne'

A piu' di un anno di distanza dall'inaugurazione del servizio, si aggiungono nuove farmacie

Milano - Nel febbraio 2009 è partito il progetto "Lo psicologo di quartiere", un servizio completamente gratuito, voluto dall'assessorato alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna. Uno specialista a disposizione della cittadinanza, per avvicinare anche i più restii alla figura dello psicologo, considerata sempre con un pò di pregiudizi. 

Tratto da www.voceditalia.it

“Sono soprattutto le donne ad ammettere di avere un problema”

Psicologo di quartiere, Mazzucchelli: ‘Sono soprattutto donne’

A piu’ di un anno di distanza dall’inaugurazione del servizio, si aggiungono nuove farmacie

Milano – Nel febbraio 2009 è partito il progetto “Lo psicologo di quartiere”, un servizio completamente gratuito, voluto dall’assessorato alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna. Uno specialista a disposizione della cittadinanza, per avvicinare anche i più restii alla figura dello psicologo, considerata sempre con un pò di pregiudizi. 

“Il successo del progetto si deve – spiega il Dott. Luca Mazzucchelli psicologo di quartiere in zona Moscova- ad un insieme di circostanze che concorrono a creare una buona alchimia. Fondamentale, ad esempio, il ruolo del farmacista che deve diffondere i depliants e informare la clientela del servizio. Così come è essenziale che lo psicologo riesca a interagire con il medico di base per fornire un servizio completo all’utente” ci dice “Inoltre è importantissimo che i media si occupino del progetto e che ne diffondano la notizia il più possible”.

Ma, qual’è la tipologia di utenti che maggiormente si rivolge allo psicologo di quartiere e quali sono i disagi psicologici che più lamentano?
” Abbiamo avuto un’utenza eterogenea per quanto riguarda l’età – ci informa Mazzucchelli – dai minorenni accompagnati dalle madri, agli 80enni. Ma sono state soprattutto le donne a rivolgersi allo psicologo di quartiere, le donne sono in genere più disposte ad ammettere un proprio problema – spiega lo psicologo – I disturbi denunciati sono soprattutto quelli legati all’umore, disturbi ansiosi e problematiche legate ai cambiamenti nelle fasi più importanti della vita. Non solo dal passaggio dell’adolescenza all’età adulta, anche andare in pensione può costituire un disagio a livello psicologico”.

 L’intervento del sindaco Moratti non era finalizzato quindi a rilanciare un’iniziativa che stentava a prendere piede?
“No, affatto. L’iniziativa sta andando benissimo – risponde il Dott Mazzucchelli – Certo alcune farmacie hanno avuto più richieste del servizio rispetto ad altre. Ma in molte c’erano anche delle liste d’attesa. L’intervento della Moratti certo è stata una grossa ‘botta mediatica’ ma è volto soprattutto all’introduzione di nuove farmacie che disporranno del servizio dello psicologo di quartiere” conclude.


Ilaria Di Lascia

7/5/2010 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.