Secolo XIX - Le mie password in segno d'amore - Psicologo Milano
Psicologia gratuita su facebook
31 gennaio 2012
Donnaclick: psicologi online dal colloquio alla consulenza
23 febbraio 2012
Mostra tutto

Secolo XIX – Le mie password in segno d’amore

 

Controllare e farsi controllare su internet: dove arriveremo?

Una mia intervista sul secolo XIX del 19 gennaio 2011 analizza una nuova tendenza molto diffusa tra gli adolescenti americani, che non solo sentono il bisogno di controllare la mail del partner, ma si spingono oltre: sentono la necessità di qualcuno che controlli loro.

L'intervista completa si può scaricare qui: "le mie password in segno d'amore", di seguito riporto un estratto dell'articolo a firma Isabella Faggiano in cui analizzo questo fenomeno e la sua peculiarità.

 

Controllare e farsi controllare su internet: dove arriveremo?

Una mia intervista sul secolo XIX del 19 gennaio 2011 analizza una nuova tendenza molto diffusa tra gli adolescenti americani, che non solo sentono il bisogno di controllare la mail del partner, ma si spingono oltre: sentono la necessità di qualcuno che controlli loro.

L’intervista completa si può scaricare qui: “le mie password in segno d’amore“, di seguito riporto un estratto dell’articolo a firma Isabella Faggiano in cui analizzo questo fenomeno e la sua peculiarità.

 
Si tratta davvero solo di un semplice gesto d’amore? «Potrebbe esserlo» dice lo psicologo Luca Mazzucchelli «ma come tutte le cose, anche questa nuova moda ha un limite che va tenuto sotto controllo. Soprattutto se si parla di adolescenti, che vivono una fase della vita molto delicata. Poter controllare la persona amata, e contemporaneamente esser controllati, può rappresentare un tentativo di costruire un punto fermo all’interno di un orizzonte in costante mutamento».
Ma ci sono dei rischi «Se la voglia di controllare l’altro prende il sopravvento e diventa una vera e propria ossessione» continua l’esperto «allora è un problema». Per capire se si è passato il limite basta farsi una domanda: «Leggere le e-mail o le informazioni del profilo del partner è diventato un gesto quotidiano al quale non si riesce a rinunciare? Se sì bisogna correre ai ripari». 
Anche perché in amore, aggiunge lo psicologo «o ci si fida o non ci si fida. E la diffidenza eccessiva può essere controproducente e allontanare la persona amata. Non è escluso, poi, che un adolescente possa sviluppare una vera e propria insicurezza: se ci si abitua a non fidarsi dell’altro, a controllarlo sempre con i propri occhi,  quando ciò non sarà più possibile sarà difficile stare tranquilli. È importante che nella vita non sia sempre tutto sotto controllo. Imparare a vivere nell’incertezza» dice l’esperto «ci aiuta ad affrontare le situazioni d’emergenza che prima o poi insorgono».”

E voi cosa ne pensate?

Luca Mazzucchelli

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.