Quando internet ci rende ipocondriaci: la Cybercondria - Psicologo Milano
Padova: anestesia impossibile, paziente operata sotto ipnosi
10 novembre 2013
Quando la psicologia fa bene al cuore
10 novembre 2013
Mostra tutto

Quando internet ci rende ipocondriaci: la Cybercondria

Sarà capitato a tutti di avere dei sintomi e di andare a cercare sul web il loro possibile significato. E a tutti sarà capitato di inorridire e rimanere terrorizzati, visto che uno stesso sintomo può essere legato a disturbi di poca importanza o a malattie mortali. E ad aggravare il tutto, spesso su internet le fonti non sono certo fonti scientifiche.

Chi è particolarmente predisposto ad avere paura di essere malato, gli ipocondriaci, trovano nel web il loro humus perfetto che permette di associare il sintomo alle peggiori malattie (…). L’abbondare di informazioni su internet, non fa altro che aumentare l’ansia e la preoccupazione, peggiorando di fatto lo stato fisico.

Il professor Thomas Fergus, assistente alla cattedra di psicologia e neuroscienze del College of Arts & Sciences della Baylor University di Waco, in Texas, si è occupato della Cybercondria e ha dichiarato: “Se io sono un tipo che non ama rimanere nell’incertezza quando si tratta della mia salute, la cybercondria non può che aumentare il mio stato di ansia perché mi spinge a fare continue ricerche online, a monitorare il mio corpo per scoprire nuovi sintomi” (…)

Leggi l’intero articolo

Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight:

Ecco un dei casi in cui internet può allo stesso tempo offrirci strumenti utili o giocarci brutti scherzi.

Dal mio punto di vista, credo che sarebbe opportuno limitare le consultazioni a siti gestiti direttamente da professionisti, che pubblicano solo informazioni nate in ambito scientifico.

In generale ricordiamoci sempre che i medici, come professionisti, non si limitano a conoscere le malattie e le loro manifestazioni ma soprattutto sviluppano la capacità di INTERPRETARE opportunamente le informazioni mediche. Ciò li differenzia dai non medici. E’ come se tentassimo di leggere un pentagramma musicale senza conoscere le note: ne usciremmo solamente disorientati e preoccupati…

See on gaianews.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.