Quando le soluzioni ai nostri problemi li ingigantiscono.... - Psicologo Milano
Le sette sane abitudini per vivere meglio (e di più)
10 novembre 2013
Come combattere il bullismo?
10 novembre 2013
Mostra tutto

Quando le soluzioni ai nostri problemi li ingigantiscono….

Il mio parere: interessante articolo che spiega come le persone in situazioni problematiche, spesso, con le migliori intenzioni producano i peggiori risultati.

Il concetto di tentata soluzione, molto caro alla psicoterapia strategica breve, è per me di grande interesse, e sono contento che qui venga in parte spiegato anche attraverso esempi concreti.

Voto articolo: 8/10

Tratto dall’articolo:

“Watzlawick e i colleghi di Palo Alto, presso il Brief Therapy Center, osservarono i modi in cui tentiamo di risolvere un problema o una difficoltà, scoprendo che spesso anziché cambiare quelle soluzioni che non funzionano insistiamo ad applicarle costantemente.

“Perché?“ Magari perché hanno avuto successo in passato, o perché hanno avuto successo in altre situazioni, o perché ne variamo la forma senza accorgerci che la sostanza è rimasta la stessa.

Pensiamo, ad esempio, al depresso che rinuncia a fare qualunque cosa perché crede di non essere in grado: proprio questa rinuncia, tentativo di soluzione alla sua sofferenza, conferma la sua credenza e accresce la sofferenza stessa.

Che dire poi degli attacchi di panico?
Chi ne soffre, spesso, chiede aiuto ad altri per fare delle cose, o addirittura delega a loro i propri compiti, anche i più semplici, come uscire per delle commissioni.

L’aiuto ricevuto, da un lato, manderà un messaggio del tipo “Ti voglio bene, per questo ti aiuto“, ma dall’altro confermerà alla persona che non è capace, che da sola non ce la fa, che la sua situazione è insolvibile.

Nelle relazioni di coppia, poi, una classica Tentata Soluzione è quella messa in atto dal partner che vede il proprio compagno un po’ distante. Per timore di questa distanza cerca di tenerlo più vicino a sé, chiamandolo più spesso al telefono, mandando più sms, chiedendo di uscire più volte.

Questo comportamento però potrebbe far sì che l’altro si senta oppresso fino al punto di aumentare la distanza, reazione che farà sì che il partner insista di più con i propri tentativi di vicinanza in un circolo vizioso senza fine.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on lostudiodellopsicologo.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.