Quando un figlio si ammala: fino a che punto i bambini devono sapere? - Psicologo Milano
Prof Baughman “lo squilibrio chimico del cervello è una frode”
10 novembre 2013
Un’App per gestire l’ansia
10 novembre 2013
Mostra tutto

Quando un figlio si ammala: fino a che punto i bambini devono sapere?

Il mio parere: i bambini vengono comunque a conoscenza di quanto stà loro succedendo, lo capiscono dai genitori o da altri elementi attorno a loro.

Il punto, pertanto, a mio avviso è sul “come dirlo” piuttosto che sul “quanto dire”.

E stiamo attenti perchè quando un bambino si ammala, tutta la famiglia rischia di essere travolta da questa malattia.

Voto articolo: 8/10

Tratto dall’articolo:

“L’informazione è un diritto del bambino e un dovere dei genitori.

Alcuni preferiscono nascondere o raccontare bugie. È molto rischioso, perché il bambino potrebbe perdere la fiducia verso i genitori, sentirsi ingannato.

O lavorare di fantasia e immaginare scenari peggiori di quelli reali. Perché il silenzio non sempre riesce a nascondere.

Presi dall’ansia i genitori rischiano di abdicare al loro compito educativo — avverte Elena Bravi — ma essere trattato in modo diverso può disorientare il bambino: per questo, se disubbidisce, deve essere sgridato come avveniva prima.

Non è facile, perché spesso scatta un meccanismo di compensazione verso bambini che già devono affrontare il trauma della malattia.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on 27esimaora.corriere.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.