Avete una relazione con un narcisista? 5 campanelli d’allarme - Psicologo Milano
troppo belli e intelligenti
I rischi di essere troppo belli e troppo intelligenti
17 ottobre 2014
non litigare più
4 strategie per relazionarvi più efficacemente con persone che amate… ma vi fanno impazzire!
22 ottobre 2014
Mostra tutto

Avete una relazione con un narcisista? 5 campanelli d’allarme

relazione con narcisista

images

Una certa dose di amor proprio è non solo normale, ma per certi versi auspicabile.  Avere un senso di sé positivo e sufficientemente forte ci permette di camminare “a testa alta” tra le vie del mondo. Ma cosa succede quando la propria percezione di sé è esageratamente alta ed eccessiva rispetto alla realtà? Ecco il narcisista. La personalità narcisistica è caratterizzata, tra gli altri aspetti, da un senso di sé grandioso, un desiderio di essere ammirato e una tendenza ad essere ferocemente critico verso gli altri, manipolatorio e poco empatico. Questi tratti sembrano essere ben poco attraenti come caratteristiche di un potenziale partner… dunque per quale motivo tutti hanno avuto almeno una storia con un narcisista? La risposta è semplice: durante la fase iniziale di corteggiamento, un individuo con spiccati tratti narcisistici è incredibilmente attraente. Incanta con il suo fascino, ha l’abilità sorprendente di “mischiare le carte” e portare la situazione sempre a suo vantaggio. Possiede insomma un particolare charme magnetico al quale è difficile resistere. Tuttavia, questo piacere iniziale quasi sempre svanisce con il tempo. Molte ricerche scientifiche in ambito di psicologia clinica hanno cercato di individuare i comportamenti tipici di questi soggetti all’interno delle relazioni d’amore. In questa sede ne andiamo ad analizzare cinque, che possono essere intesi con “campanelli d’allarme” grazie ai quali è possibile rendersi conto di aver intrapreso una relazione con alte probabilità di concludersi in modo doloroso.  

Prima di tutto però, un mio video nel quale fornisco alcune strategie per scendere a patti con una persona narcisista:

1) Continua ricerca di nuove “prede”: il narcisista non desidera coinvolgimento emotivo

Nonostante il soggetto narcisista inviti qualcuno ad uscire con lui, allo stesso tempo sta già cercando una potenziale e più attraente nuova “preda”. Le ricerche effettuate su questi soggetti mostrano che la correlazione inversa tra narcisismo e coinvolgimento emotivo nelle relazioni può essere spiegata dall’interesse del narcisista nel cercare sempre e comunque un partner alternativo (Campbell & Foster, 2002). In altre parole, la tendenza a non ingaggiarsi mai nelle relazioni è promossa dall’abitudine di inseguire sempre nuovi partner.

2) Amorevolezza vs. ammirazione: il narcisista reputa di dover essere ammirato

Il narcisista non ama, anzi reputa fastidioso il cercare di connettersi emotivamente con lui. Le evidenze in questo senso suggeriscono che i narcisisti abbiano una avversione riguardo il prendersi cura e il dipendere da altre persone, aspetti che invece caratterizzano una relazione d’amore. Al contrario, essi preferiscono partner che si limitino ad ammirarli e venerarli continuamente (Campbell, 1999).

3) Rancore vs. ricerca di un compromesso: il narcisista è particolarmente aggressivo

La modalità in cui le coppie affrontano le difficoltà può influenzare notevolmente la qualità della loro relazione. Secondo recenti studi (Keller et al., 2014), i soggetti con tratti narcisistici tendono ad essere particolarmente aggressivi all’interno dei rapporti di coppia, rispondendo spesso al partner con insulti pesanti o diventando fisicamente violenti, sia quando provocati, sia senza che ci sia una “miccia” effettiva. Questi tratti rendono più difficile il processo di negoziazione, la ricerca di un compromesso e altre forme di risoluzione salutare di conflitti che rappresentano invece le formule più funzionali per affrontare in modo costruttivo un litigio amoroso.

4) Tradire ed essere traditi: il narcisista è più propenso ad imbrogliare

Anche all’interno di relazioni monogame e di lunga durata, il soggetto narcisista è incline a frequenti incontri al di fuori della coppia, con partner occasionali e in contesti rischiosi (Adams, Luevano, & Jonason, 2014). Inoltre, alcune ricerche mostrano che più un soggetto ha tratti di tipo narcisistico, più è disposto a tollerare la scoperta di un possibile tradimento da parte del partner (Campbell & Foster, 2002). Tali dati sono in accordo con la tendenza analizzata precedentemente di questi soggetti a resistere ad un autentico coinvolgimento emotivo.

5) Cura dell’altro vs. flirt: il narcisista preferisce giocare

Quando il narcisista inizia una relazione di coppia, è poco propenso a prendersi cura del benessere del partner ed è fortemente spinto a rifiutare la dipendenza in favore della libertà (Campbell, Foster, & Finkel, 2002). Piuttosto che essere amorevole, preferisce uno stile relazionale basato sul gioco: dice bugie, manipola, tende a controllare il partner e continua a flirtare con le altre persone nonostante la relazione appena iniziata (Campbell et al., 2002). Tali aspetti, conseguentemente, rendono difficile il crearsi di una relazione basata sulla fiducia.

Vai alla fonte in lingua originale

PS. la “bibbia” italiana da leggere per chi voglia cercare di meglio mettere a fuoco la relazione con i narcisisti è rappresentata dal libro di Umberta Telfner Ho sposato un narciso. Manuale di sopravvivenza per donne innamorate e più in generale il libro della stessa autrice “La manutenzione dell’amore“.

Torniamo a parlare di persone con personalità narcisitica.

In un precedente articolo intitolato “Perchè ci innamoriamo dei narcisisti? 5 studi scientifici per capirlo” (lo trovate cliccando QUI), abbiamo cercato di comprendere per quali motivi soggetti con questi tratti di personalità siano così affascinanti (addirittura sembrano partner ideali!) agli occhi della maggioranza delle persone in una fase iniziale della relazione.

Con l’articolo di oggi cerchiamo invece di capire quali siano i comportamenti tipici di questi soggetti all’interno di un rapporto di coppia, al fine di identificare alcuni campanelli d’allarme che segnalano il pericolo di aver intrapreso una relazione destinata con alte probabilità a naufragare.

Diventando più consapevoli circa le modalità tipiche di relazione del soggetto narcisista, possiamo essere meglio equipaggiati nell’identificare se ci siamo innamorati di una persona con questi tratti ed essere più preparati alle possibili (e nefaste) conseguenze di questa relazione.

 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.