Se stuprare una donna vale dieci volte meno che spiare Bobo Vieri - Psicologo Milano
(R)Incomincia la scuola: consigli per i genitori…
10 novembre 2013
Comunicare con le persone affette da demenza
10 novembre 2013
Mostra tutto

Se stuprare una donna vale dieci volte meno che spiare Bobo Vieri

Il mio parere: non c’entra il calcio o lo sport, ma il buonsenso e l’attenzione a dare la giusta importanza alle cose.

Due pesi due misure, forse dovute alla maggior bravura di uno dei due avvocati, ma comunque ciò che resta in sottofondo è un senso di incomprensione e ingiustizia difficile da sciogliere e digerire.

Per fortuna.

Voto articolo 7/10

Tratto dall’articolo:

“Centomila euro, centocinquantamila se la violentata è minorenne: questo è il «tariffario» che la giustizia milanese applica abitualmente quando si tratta di quantificare il danno inferto all’esistenza di una donna da stupri continuati e ripetuti (per gli episodi singoli il risarcimento è ancora inferiore), tragedie destinate a restare impresse per sempre nella psiche di chi le ha vissute.

A Vieri, per avere curiosato nei suoi tabulati telefonici, l’Inter e Telecom dovranno versare un milione.

Non esiste, ovviamente, una tabella ufficiale dei risarcimenti cui condannare i violentatori.

Esiste però un orientamento costante, seguito dai tribunali penali (prevalentemente la quinta sezione) che a Milano giudicano i casi di stupro.

Nei casi meno gravi – quelli che vanno dalle molestie spinte agli stupri occasionali – la vittima deve accontentarsi in genere di qualche decina di migliaia di euro.

La soglia dei centomila si supera solo nei casi più brutali e prolungati nel tempo. A centocinquantamila si arriva solo se a venire stuprate sono bambine o ragazzine.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.ilgiornale.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.