Sindrome di Stoccolma: cos’è e come si manifesta... - Psicologo Milano
CYBERBULLISMO: la prima vittima ha 15 anni
10 novembre 2013
La Medicina e il Web: è la rete il nuovo punto di riferimento dei pazienti?
10 novembre 2013
Mostra tutto

Sindrome di Stoccolma: cos’è e come si manifesta…

Il mio parere: non ho mai avuto l’opportunità di relazionarmi con una persona con questo genere di disagio, che però ha tratto la mia curiosità fin dai tempi dell’Università, quando per la prima volta ho saputo della sua esistenza.

Ci si può “invaghire” dei propri sequestratori o rapitori?

A quanto pare si….

Voto articolo: 7/10

Tratto dall’articolo:

“Di solito la sindrome di Stoccolma si manifesta in personalità poco forti e non ancora totalmente strutturate, come quelle dei bambini o degli adolescenti.

La sindrome può avere una durata variabile e comporta alcuni effetti psicologici, come, per esempio, disturbi del sonno, incubi, flashback, fobie e depressione.

La sindrome di Stoccolma si manifesta soprattutto quando la vittima percepisce che la sua sopravvivenza è legata al sequestratore. Inizialmente il soggetto prova uno stato di confusione e di paura per la situazione in cui si ritrova.

Dopo aver superato il trauma iniziale, comincia a cercare la soluzione per resistere alle difficoltà.

Man mano che va passando il tempo, la vittima si rende conto che la sua vita dipende dal carnefice e sviluppa un meccanismo psicologico di attaccamento nei suoi confronti, per poter evitare di morire.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.tantasalute.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.