Sms di auguri al tuo ex: “invio”? | Michela Rosati - Psicologo Milano
I papà «babboccioni» creano bamboccioni
10 novembre 2013
Buoni propositi per il 2013: una strategia per cercare di realizzarli…
10 novembre 2013
Mostra tutto

Sms di auguri al tuo ex: “invio”? | Michela Rosati

A quanto pare, un sms o un messaggio su Facebook a Natale non si nega a nessuno. Nemmeno al tuo peggior nemico, nemmeno all’ex fidanzato/marito/amante che ti ha ripetutamente tradita/umiliata/ignorata.


Ecco allora che lo pseudo-dilemma furfantello si presenta: “Lo mando o non lo mando? E se lo mandassi solo per educazione? A Natale siamo tutti più buoni, no? Sì, lo mando”.

E in men che non si dica siete già lì, con lo smartphone in mano, tutte emozionate che a malapena ritrovate i tasti, per ore e ore di certosini scrivi e cancella, sostituisci e salva bozza.


Certo che possiamo mandare il messaggino di auguri all’ex che ci ha trattate a pesci in faccia. Ma siamo pronte a fare i conti con altra rabbia e altro dolore, quando l’ennesima illusione sarà caduta?

Il processo di elaborazione e distacco, necessario per ricominciare a vivere, è piuttosto difficile da sostenere e le feste di certo non aiutano. Ma tornare sui nostri passi solo per tamponare la schiacciante solitudine natalizia, potrebbe non essere una buona idea. Come mai ci spaventa tanto stare sole? Forse dovremmo farci qualche domanda in più.

E nel frattempo, propongo di riprendere in mano lo smartphone e guardare meglio la rubrica telefonica. Tra tanti nomi, ce ne saranno sicuramente uno o due a cui dovremmo dare più attenzione. 


C’è qualcuno che da sempre ci è vicino, ci aiuta, ci apprezza, ci gratifica e noi, talvolta, lo diamo per scontato. Quest’anno il messaggino, così carico dei nostri sentimenti, mandiamolo a chi lo merita davvero. Sarà in buone mani.


Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight:

RIflessioni doverose quelle che fa Michela Rosati in questo articolo, e che condivido in pieno.

Il suggerimento che lascio in questi casi in cui siamo in procinto di inviare sms spesso inutili e nocivi è quello di evitare di scriverli e inviarli, e piuttosto mettersi a scrivere una bella lettera dove inserirvi rabbia, delusioni, speranze, pensieri, etc.

Una lettera che, una volta scritta, occorrerà capire se è opportuno spedire o meno al destinatario.

See on blog.leiweb.it

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.