Intervista sullo stress da rientro - Vivere in armonia, edizioni San Paolo - agosto 2010 - Psicologo Milano
Come affrontare l’ansia? c’è “Informansia”, la nuova training-app per iPhone
10 agosto 2010
L'intervento del giovane psicologo nei contesti delle gravi necessità
31 agosto 2010
Mostra tutto

Intervista sullo stress da rientro – Vivere in armonia, edizioni San Paolo – agosto 2010

Stress, sono appena tornato

Gli americani lo chiamano “post vacation blues” e colpisce un italiano su dieci

Pubblicato il 27/8/2010
“Sono appena tornato”. La frase tormentone lanciata da Amauri in uno spot tv rende bene l’idea di come possa capitare a tutti di sentirsi con la testa tra le nuvole appena rientrati da una vacanza. Le statistiche parlano di un italiano su dieci colpito in questi giorni dal “post vacation blues”, o stress da rientro, che si manifesta sotto forma di mal di testa, calo dell’attenzione, debolezza, fino a tosse e linee di febbre. Nulla di grave: il nostro organismo ha bisogno di riorganizzarsi per tornare operativo, dimenticando i ritmi lenti dell’estate e ritrovando la forma fisica necessaria per lavorare con grinta.  

Un malessere più profondo. “Dal punto di vista psicologico, il sintomo fisico sopraggiunge come conseguenza di un atteggiamento mentale – spiega Luca Mazzucchelli, psicologo e psicoterapeuta – per cui, a seconda di come viene vissuto un evento, possono verificarsi o meno episodi di stress”. I malesseri post-rientro possono dunque rappresentare la punta di un iceberg, affondando le proprie radici molto più lontano rispetto alla casa o all’ufficio in cui si fa ritorno. “Spesso la vacanza ci permette di esaminare con più calma i nostri ritmi, le nostre debolezze e la nostra quotidianità in generale – specifica Mazzucchelli – per cui, se a seguito di questo periodo ci sentiamo stanchi o fuori posto, significa che forse è giunto il momento di ascoltare il nostro corpo, anziché metterlo a tacere con dei farmaci, cercando di capire come mai per una sosta siamo arrivati a quel punto”.  

Tanto vale allora prendersi qualche minuto per capire che cosa non va, cosa possiamo cambiare, cosa è arrivato il momento di affrontare e cosa invece dobbiamo imparare ad accettare. “Ma non patologizziamo ciò che malattia non è – avverte Mazzucchelli –. Una battuta di arresto è del tutto normale, non deve diventare un problema”. Utili in questa fase di svogliatezza, quando vedere il cemento al posto del mare non ci aiuta, possono essere due giorni “barriera” tra il rientro dalle ferie e quello al lavoro, in modo da abituare gradualmente l’organismo alle vecchie abitudini. Se invece facciamo parte di quella categoria che spreme le ferie fino all’ultimo, per lo meno evitiamo di sovraccaricarci sin dal primo giorno e di sgobbare troppo a poche ore dall’ultimo bagno dell’estate.  

Essere positivi. Partendo dal presupposto che è soprattutto questione di testa, partiamo con il piede giusto mantenendo vivo il ricordo delle cose piacevoli vissute in vacanza. Magari scarichiamo sul pc le foto che abbiamo scattato o sentiamo al telefono quell’amico che abbiamo conosciuto. La sera dedichiamo mezz’ora a una passeggiata in qualche area verde della nostra città e diamo libero sfogo alla creatività, dedicandoci a qualche nuovo hobby che ci faccia sentire ancora in vacanza. E per non lasciarci sopraffare dagli impegni, organizziamoli in una scaletta di priorità, in modo da averli sotto controllo senza sopraffare i ritmi biologici naturali.  

Anche la dieta è importante. Come sempre è l’intestino a risentire maggiormente dei nostri motivi di stress. Per questo è bene aiutarlo mangiando in modo sano ed equilibrato, stando alla larga da caffè, alcolici, fritti, pepe, peperoncino e insaccati. Meglio riempirsi il piatto di frutta e verdura, bevendo tanta acqua lontano dai pasti. Si possono assumere anche dei fermenti lattici probiotici, che aiutano a ripristinare l’equilibrio intestinale e migliorano le normali attività fisiologiche del nostro organismo. Il resto viene da sé. Facile a dirsi, difficile a farsi? Può essere. Ma prima o poi ci tocca tornare anche con la testa, tanto vale imparare a farlo nel modo giusto.
Paola Rinaldi

http://www.vivereinarmonia.it/benessere/salute/articolo/stress-sono-appena-tornato.aspx

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.