autostima Archivi - Psicologo Milano
23 novembre 2016
self-help

Il “problema” dei libri di self-help: il lato negativo delle auto-affermazioni positive

In tempi di incertezza e di dubbio, molte persone si rivolgono ai libri di auto-aiuto in cerca di incoraggiamento, guida e auto affermazione. Le auto-affermazioni positive suggerite in questi libri, come ad esempio “sono una persona amabile” o “ci riuscirò”, sono state concepite per migliorare la bassa autostima e spingere le persone verso azioni positive. Tuttavia, secondo un studio pubblicato nel 2009 sulla rivista Psychological Science, queste affermazioni possono in realtà sortire l’effetto contrario. Gli psicologi Joanne Wood e John Lee […]
13 gennaio 2014

L’importanza della fiaba

fiaba

Per i bimbi piccoli, i rituali sono molto importanti. E’ proprio attraverso questi piccoli gesti sempre uguali che i bambini trovano fiducia e sicurezza, aumentando così la propria autostima e quella delle persone che si trovano al loro fianco.

Il racconto di una fiaba prima dell’addormentamento può diventare un rituale che aiuta il bambino nella delicata fase del passaggio dalla veglia alle braccia di Morfeo. Le fiabe sono molto importanti perché permettono la crescita, potenziano la fantasia e creano un legame unico tra il lettore e chi ascolta. Ogni fiaba, al suo interno, racchiude delle prove da superare, delle soluzioni ad un problema, permette al piccolo di entrare in contatto con il suo mondo emotivo.

1 agosto 2013

Aiutiamo i bambini a diventare adulti sicuri di sè

bambini adultiCosa vuol dire autonomia? Lasciare che i nostri figli crescano…

Questo accade fin dal primo momento in cui il neonato lascia l’utero della mamma, quando avviene il primo distacco, quando iniziano per la prima volta a respirare autonomamente. Un genitore di un bimbo di pochi mesi penserà all’autonomia del proprio figlio quando questi raggiungerà alcuni obiettivi molto pratici: mangiare e bere da solo, addormentarsi anche senza la rituale presenza del genitore, staccarsi dal seno materno, essere in grado di giocare in una stanza anche da solo e non con la presenza costante di un adulto, ecc…