FIGLI Archivi - Psicologo Milano
13 gennaio 2014

L’importanza della fiaba

fiaba

Per i bimbi piccoli, i rituali sono molto importanti. E’ proprio attraverso questi piccoli gesti sempre uguali che i bambini trovano fiducia e sicurezza, aumentando così la propria autostima e quella delle persone che si trovano al loro fianco.

Il racconto di una fiaba prima dell’addormentamento può diventare un rituale che aiuta il bambino nella delicata fase del passaggio dalla veglia alle braccia di Morfeo. Le fiabe sono molto importanti perché permettono la crescita, potenziano la fantasia e creano un legame unico tra il lettore e chi ascolta. Ogni fiaba, al suo interno, racchiude delle prove da superare, delle soluzioni ad un problema, permette al piccolo di entrare in contatto con il suo mondo emotivo.

7 settembre 2013

Perchè essere apprensivi è negativo per i nostri figli?

genitori apprensiviL'ultima volta ci siamo lasciati con questa domanda: qual è il lavoro che dobbiamo fare su noi stessi per aiutare i nostri figli?

 

Vorrei partire dalla riflessione: perché essere genitori apprensivi è negativo per i nostri figli?

 

Innanzitutto perché più si è in ansia per il proprio bimbo, più è probabile che qualcosa accada (la profezia che si autoavvera). Di fatti quando si è agitati non si riesce a prevenire al meglio gli incidenti dei nostri figli.

Inoltre quando un bimbo si sente ipercontrollato, appena si allenta la presa, ecco che si comporta in modo pericoloso.

1 agosto 2013

Come trasmettere regole efficaci ai nostri figli?

dare regole efficaciCome dare regole efficaci ai nostri figli?

“Le regole vengono accettate dal bambino solo quando colui che le impone è veramente convinto che debbano essere rispettate. Alle volte, però, neanche la convinzione più ferrea è sufficiente. Nessun bambino rinuncia spontaneamente a quello che maggiormente gli piace. Sono i genitori, una volta appreso che il suo rifiuto non è dovuto a paure inaffrontabili, a dover trovare il coraggio, le strategie e le modalità per imporsi.” F. Berto

Acquisire le regole della vita quotidiana è importante per tante ragioni. Le regole facilitano la convivenza, danno sicurezza e punti di riferimento; favoriscono inoltre, il processo di adattamento alla vita sociale e relazionale. E’ come se rappresentassero i binari dentro cui canalizzare le energie: senza di esse il treno può deragliare.

Perché è così difficile trasmettere le regole?

2 ottobre 2012

genitori disabili? Si può! Seconda parte

genitori aiutoCome preannunciato nel precedente articolo, continuiamo ad affrontare questo tema delicato, che riguarda un po’ tutti, parlando di molti altri argomenti riguardanti il gioco, l’autonomia, l’attaccamento e altro ancora.

Quanto nascere in una famiglia di disabili visivi può favorire l’autonomia dei figli stessi?

Fino alla metà degli anni Settanta c’erano le scuole speciali, dove i disabili visivi facevano tutto il percorso scolastico, dalle elementari alle superiori. In questo modo erano costantemente a confronto con altri disabili come loro, imparavano tantissimo e più in fretta. La nostra società moderna ha cambiato molto l’assetto famigliare, quindi succede spesso che i genitori, sia di vedenti che di disabili visivi, si sostituiscano ai figli anche nelle faccende più elementari della vita quotidiana: rifanno il letto, cucinano, puliscono e via dicendo. Crescendo, chi vede osserva le azioni e impara, diciamo, per imitazione; chi non vede, invece, ha la necessità di esercitarsi costantemente nello svolgimento delle normali attività. Spesso i loro genitori non favoriscono questo tipo di apprendimento, senz’altro più faticoso, rischioso e pericoloso. Preferiscono, invece, sostituirsi a loro facendoli diventare, alla fine dei conti, degli “adulti bambini”: ho visto personalmente giovanissimi non vedenti incapaci di versarsi l’acqua o allacciarsi le scarpe. Questa cosa, in base alla mia esperienza diretta, sta aumentando col passare degli anni.