giovani psicologi lombardia Archivi - Psicologo Milano
12 ottobre 2013

Partecipa a Giovani Psicologi Lombardia

Iscriviti gratuitamente all’Associazione Giovani Psicologi Lombardia Giovani Psicologi Lombardia è un’associazione che ho fondato nel 2006 assieme ad un gruppo di colleghi, che ha l’obiettivo di creare rete tra colleghi.   Come socio fondatore sono molto interessato a far sì che nuove leve possano incontrare il mondo GPL e trarre benefici dalla collaborazione con l’associazione. Ecco perchè metto a disposizione ogni anno 5 tessere del valore di 40 euro ciascuna per iscriversi a GPL. {loadposition psicologirete} Sono convinto che la […]
26 luglio 2013

Giovani Psicologi per le nuove emergenze – Voce d’Italia 4-12-09

Cronaca

Giovani psicologi per le nuove emergenze
Ieri a Milano il convegno organizzato dall'associazione Giovani psicologi della Lombardia

Milano - Ospiti prestigiosi per il primo convegno organizzato da Gpl, l’associazione dei Giovani psicologi della Lombardia, che ha voluto trattare il tema di grande attualità del ruolo degli psicologi in contesti di emergenza. Il professor Fabio Sbattella (presidente di Psicologi per i popoli, associazione che molto si è spesa per l’emergenza in Abruzzo), la dottoressa Daniela Marzana (presidente di Psicologi senza frontiere Italia sede di Milano, che si occupa di persone in situazioni di grave marginalità e di senza fissa dimora) e il dott. Marco Schneider, presidente dell’associazione Gpl
17 dicembre 2012

GPL Risponde alle accuse: come sempre vicino ai colleghi

angelo-demoneRiprendo anche qui sul mio sito personale la risposta che abbiamo fornito a chi ha accusato me e Roberta Cacioppo, unitamente all'Associazione Giovani Psicologi Lombardia che rappresento, di essere connivente con chi non fa gli interessi della categoria.

Per qualsiasi chiarimento sono come sempre a disposizione dei colleghi che volessero approfondire la vicenda.

Luca Mazzucchelli

Abbiamo letto la comunicazione che Alessandro Spano, Vicepresidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia, ha diffuso riguardante la nostra decisione di candidarci alle prossime elezioni 'ENPAP insieme alla lista Cultura e Professione.
Ciò che più ci ha colpito e rattristato è il tono con il quale Alessandro si rivolge a noi e accompagna il suo ragionamento, che ci è parso non adeguato allo spirito di colleganza da mantenere quando ci si rivolge pubblicamente ad altri professionisti, a maggior ragione vista la carica istituzionale da lui attualmente rivestita.
Certo la modalità con la quale Alessandro Spano scrive indica alcuni indizi circa la sua (e speriamo non del partito che rappresenta) modalità di intendere il dialogo tra colleghi che pensano in maniera differente da lui. Elemento non nuovo, sia chiaro, e che forse dobbiamo considerare permanente anche in caso dovesse riuscire ad essere eletto in ENPAP.

Se in passato questo modus operandi poteva avere una strategica ragione nella necessità di affermarsi come “gruppo contro” e distinguersi dai rivali, oggi ci stupisce vedere che l’esperienza di governo in Lombardia non abbia portato a una maturazione in tal senso, ma che il tempo per lui sembra sia rimasto fermo alle passate modalità di comunicazione degne di un gruppo attacco-fuga nel senso bioniano del termine.