telemedicina Archivi - Psicologo Milano
1 agosto 2013

Telemedicina: le diverse forme dell’intervento psicologico a distanza

terapia onlineDopo avere visto cosa sia la Telemedicina, le caratteristiche del setting e la sua attendibilità diagnostica, in questo articolo vogliamo approfondire alcuni contesti particolari e specifici in cui gli psicologi americani possono spendere le loro competenze servendosi dello strumento video.

Il focus è chiaramente sulla popolazione americana degli psicologi, perché in Italia a oggi non è possibile effettuare psicoterapie via webcam, come anche l’attività di tipo psicodiagnostico. Ciò che è invece consentito è una forma di supporto psicologico o counseling, modalità sicuramente diversa dalla psicoterapia, ma comunque potenzialmente molto utile.

Veniamo ora ai punti messi in evidenza dalle linee guida fornite dall’Associazione Americana di Telemedicina (ATA).

  1. Psicoeducazione

Fornire psico-educazione attraverso la tecnologia video è una vasta area già ampiamente esplorata. Report raccontano di educazione impartita direttamente o indirettamente ai fornitori in loco nel quadro della consultazione e della supervisione clinica. Attraverso la tele consultazione, le più recenti informazioni provenienti dai centri accademici vengono fatte viaggiare per tutto il mondo, riducendo così l'isolamento dei fornitori rurali.

Conoscenze sulla salute mentale e competenze impartite agli operatori rurali hanno avuto effetti positivi, anche se con alcune limitazioni. Mentre la trasmissione delle conoscenze attraverso la consultazione VTC è stata menzionata in una serie di documenti, ci sono stati pochi dati sui risultati effettivi riguardo la salute mentale del paziente.

1 agosto 2013

Telemedicina: i contesti della consulenza a distanza

TelemedicineDopo avere definito il significato di telemedicina (THM) entriamo oggi maggiormente nel merito delle linee guida proposte dalla Associazione Americana di Telemedicina per eseguire le prestazioni a distanza. Per arrivare a una loro formulazione è stato formato un comitato ad hoc, il quale si è raccomandato, data la natura ampia del campo della salute mentale insieme ad un numero illimitato di modi per utilizzare la tecnologia in servizi di salute mentale, di limitare tali linee guida esclusivamente per le applicazioni interattive di videoconferenza.

L’obiettivo dichiarato di queste linee guida è stato quello di riscrivere gli elementi provenienti dalla letteratura all’interno di un documento di riferimento pragmatico utile a chi è impegnato nel fornire assistenza interattiva a distanza.

Uno dei primi punti analizzati dall’ATA è quello riguardo ai principali setting coinvolti in TMH, stando a quanto riportato dalla letteratura scientifica, per approfondirne poi le peculiarità. Leggendoli resterete stupiti da quanto la situazione sia distante rispetto alla realtà italiana:

1 agosto 2013

Telemedicina: definizione e campo d’intervento

telemedicinaIntroduco oggi con questo articolo un tema del quale parleremo frequentemente nelle settimane a venire: la telemedicina.

Come i visitatori abituali di questo sito sapranno, sono un grande appassionato del binomio psicologia e nuove tecnologie, e oggi grazie a Lisa Preda abbiamo l’opportunità di presentare una serie di approfondimenti su questo argomento prendendo spunto principalmente dalle linee guida dell’Associazione Americana di Telemedicina - ATA tradotte dalla dottoressa Preda.

Per chi fosse interessato all’argomento ricordo anche che assieme all’Ordine degli Psicologi della Lombardia ho costruito il Kit pronto all’uso per lo psicologo online che permette di farsi una idea più precisa di quelle che sono le regole cui gli psicologi nostrani devono attenersi.

Chi è l’ATA?