Su repubblica.it i video realizzati per conto di UNICEF - Psicologo Milano
Intervento a BergamoTV e BergamoSat sul ruolo delle nuove tecnologie nel mondo della psicologia
20 ottobre 2010
Nuove tecnologie e nuovi modi di dare sostengno alla persona
31 ottobre 2010
Mostra tutto

Su repubblica.it i video realizzati per conto di UNICEF

A termine del progetto che UNICEF ha condotto sull'approfondimento "per una strategia italiana di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescienti", il portale www.repubblica.it ha pubblicato una parte delle video interviste che sono state raccolte, per quanto riguarda il nord Italia da Luca Mazzucchelli, che si è occupato nello specifico di analizzare come il fenomeno della povertà è vissuto da minori stranieri della periferia milanese e dai ragazzi con disabilità.

Le altre interviste saranno presto disponibili su un DVD UNICEF dedicato all'argomento.


Di seguito l'articolo integrale tratto da tv.repubblica.it/mondo-solidale/unicef-i-bambini-raccontano-la-poverta/55046?video

A termine del progetto che UNICEF ha condotto sull’approfondimento “per una strategia italiana di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescienti“, il portale www.repubblica.it ha pubblicato una parte delle video interviste che sono state raccolte, per quanto riguarda il nord Italia da Luca Mazzucchelli, che si è occupato nello specifico di analizzare come il fenomeno della povertà è vissuto da minori stranieri della periferia milanese e dai ragazzi con disabilità.

Le altre interviste saranno presto disponibili su un DVD UNICEF dedicato all’argomento.


Di seguito l’articolo integrale tratto da tv.repubblica.it/mondo-solidale/unicef-i-bambini-raccontano-la-poverta/55046?video

 L’INIZIATIVA

Unicef, le regole dei bambini 
per combattere la povertà

In un video le soluzioni dei più piccoli per difendere i coetanei meno fortunati. Il filmato è stato presentato nell’ambito del progetto “Per una strategia di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescenti”

di VALERIA PINI

La ricetta dei bambini per combattere la povertà e aiutare i propri coetanei meno fortunati. Parlano 1di danaro, politica, libertà, violenza e sicurezza e spiegano agli adulti cosa fare per vivere in un mondo migliore. I filmati sono stati presentati oggi a Roma nell’ambito del seminario: “Per una strategia di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescenti”, organizzato dell’Unicef. L’incontro rientra nelle attività previste dal progetto  realizzato grazie al contributo del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali nell’ambito del ”2010, Anno Europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale”.
 
Nelle interviste raccolte i bambini spiegano che sarebbe un diritto per tutti “avere una casa, una famiglia, poter studiare ed essere protetti dalla violenza”. Fra loro, ragazzini di 9 e 10 anni che vivono a Napoli o a Milano,  c’è chi racconta: “Quando vedo un coetaneo povero, mi sento in colpa”. E poi: “E’ importante avere spazio, a casa, a scuola, per potere fare tante cose”. Tutti si sentono in difficoltà di fronte alle ingiustizie: “Anche chi è straniero va rispettato. Non esistono differenze e i bambini sono tutti uguali”.
 

E’ questa la ricetta dei più piccoli per trovare una soluzione alla povertà minorile. Un problema che è un’emergenza nei paesi in via di sviluppo, ma che spesso si nasconde anche nelle nostre città. 
 
VIDEO tv.repubblica.it/copertina/unicef-i-bambini-raccontano-la-poverta/55046?video

In Italia quasi un bambino su cinque è povero. Il 17% dei minori che vivono nel nostro paese, pari a un milione 756mila bambini, vive infatti in condizioni di povertà. Un’emergenza diffusa soprattutto nel meridione , dove vive il 70% di tutti i minori che affrontano difficoltà economiche (pari a un milione 179mila). Il 6,3% dei bambini italiani (pari a 649mila minori, 401mila dei quali concentrati al sud) vive in condizioni di povertà assoluta (dunque nell’incapacità di accedere a quei beni considerati essenziali per una vita dignitosa) e rappresenta un quinto di tutti i poveri assoluti del nostro paese.

“L’Italia è un paese caratterizzato dalla povertà minorile – spiega il direttore centrale dell’Istat, Linda Laura Sabbadini – se pensiamo che nel nostro paese un bambino su quattro vive in una famiglia a basso reddito contro il rapporto di uno si dieci della Scandinavia “.

L’idea dell’Unicef è quella di raccogliere le esperienze degli adulti e i consigli dei bambini per trovare soluzioni nuove. Il progetto “Per una strategia di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescenti” ha come obiettivo l’elaborazione di una strategia italiana, attraverso un documento che coinvolga i governi. Ma oltre all’analisi di buone pratiche nazionali e internazionali di politiche di contrasto è previsto il coinvolgimento diretto di bambini e di ragazzi allo scopo di cogliere direttamente da loro spunti per combattere la povertà. In tutto 50 bambini di tre province, Napoli, Milano e Pescara, verranno coinvolti nell’iniziativa.

Sono migliaia i ragazzini nel mondo che affrontano la povertà e ogni anno l’Unicef risponde a 200 emergenze. Le situazioni più disperate sono ancora quelle dell’Africa sub-sahariana, dove circa 24 milioni di persone nel Corno d’Africa sono state colpite dalla siccità, dall’insicurezza alimentare cronica e dal conflitto armato del 2009.

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.