Psicologo Milano

Luca Mazzucchelli - "Lo psicologo che non usa il lettino..."

  
  
  
  
  

Tirocini di specialità e retribuzione: ecco la nuova proposta di legge - demagogia o possibile cambiamento?

parlamentoApprendo con piacere dal collega Riccardo Bettiga la notizia di un deputato neoeletto alla Camera – tale Francesco Sanna - che il primo giorno della legislatura avrebbe presentato due proposte di legge, una delle quali riguarda molto da vicino gli psicologi e proporrebbe una retribuzione per gli specializzandi in area sanitaria.

Tratto dal suo sito personale si può leggere infatti che:

Il primo provvedimento vuole portare giustizia dentro della generazione degli specializzandi nelle scuole di area sanitaria. Sono migliaia i giovani biologi, veterinari, farmacisti, psicologi, fisici ed altri specializzandi che prestano per anni gratuitamente – ed anzi pagandosi da soli tasse universitarie e assicurazione – la loro opera nelle strutture del servizio sanitario nazionale. Se incrociassero le braccia per due giorni di seguito molti ospedali italiani si fermerebbero. La proposta punta ad equiparare il loro status contrattuale a quello degli specializzandi medici”.

Per chi come me da anni è a contatto con la realtà dei giovani colleghi, non si può che dire “parole sante”.

Conosco diversi servizi tenuti interamente aperti da psicologi non retribuiti, e una loro azione di sciopero a mio avviso farebbe molto discutere, mettendo in seria difficoltà il sistema attuale.

C’è inoltre l’annoso tema del confronto con la categoria dei medici: gli psicologi che frequentano una scuola di specialità (durata di 4 anni) non solo devono spesso pagare una cifra che si aggira intorno ai 4/5000 euro annui, ma faticano spesso a trovare strutture per fare tirocini formativi.

I medici non solo non devono pagare, ma per il loro percorso di specialità – giustamente – vengono retribuiti.

E non con un rimborso spese, ma con un vero e proprio stipendio. Verrebbe da utilizzare la massima "due pesi due misure": sebbene certamente i medici debbano dedicare molto più tempo al loro tirocinio di specialità, non si vede come mai agli psicologi non si possa riconoscere quantomeno un rimborso spese per le ore che dedicano al servizio cui sono assegnati.

Io non so che fine farà questa proposta di legge, se si tratta di demagogia o se potrà fare strada, sono però contento che di questi temi si inizi a parlare anche in Parlamento, e spero che prima o poi possa essere riconosciuto lo sforzo dei nostri giovani colleghi che hanno pari dignità di quella attribuita ad altre professioni.

Rimando al sito di Francesco Sanna per leggere il testo integrale della proposta di legge.

 

E voi cosa ne pensate?

Pura utopia o le cose prima o poi cambieranno?

Io e gli altri amici di Giovani Psicologi Lombardia staremo sul pezzo e vi aggiorneremo sulle prossime novità a riguardo ;-)

Ps: ricordo a tutti i colleghi di scrivermi per raccontarmi quali i bisogni che sentono salienti nella loro professione.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? iscriviti alla mailing list!

* indicates required
Su che argomenti vuoi restare aggiornato?

 

 

 

Parlano di me..

Copyright © 2013 - Psicologo Milano
A cura di Luca Mazzucchelli - Profilo Google
All Rights Reserved