Blog

Armato anche se depresso?

Depressione / Psicologia

Armato anche se depresso?

Il mio parere: fatico a comprendere le necessità che spingano l’uomo a possedere un’arma. 

E’ sicuramente un mio limite, e me ne scuso in anticipo, ma con le armi io proprio ho sempre avuto ben poco da spartire. 

Pur nel rispetto di chi ha interessi e passioni differenti dalle mie, tuttavia, mi sembra ovvio che per possedere una pistola in casa occorra fare test psico-fisici periodici, e non sporadici come attualmente avviene.

Mi rattristo tuttavia a vedere come anche in questo caso il lavoro spetti al medico, e la figura dello psicologo sembra essere messa in secondo piano.

Voto articolo 7/10

Tratto dall’articolo:

“Il povero Francesco Fiordelisi aveva regolarmente acquistato le armi e altrettanto regolarmente ne aveva denunciato il possesso in questura;

in quell’occasione aveva dovuto dimostrare non solo di saperle usare e di avere i requisiti “morali” per poterle detenere (in altre parole, doveva essere incensurato), ma aveva dovuto anche dimostrare con un certificato medico di avere i requisiti psico-fisici.

Una persona i requisiti psicofisici può pure averceli al momento dell’acquisto di un’arma ma può anche darsi che nel corso degli anni li perda: si ammala, impazzisce, cade in depressione.

Ma ciò nonostante non esisteva alcun obbligo di legge che imponesse una verifica: se compravi un’arma legittimamente, la potevi tenere per sempre.

Almeno fino al primo luglio del 2011. La legge è cambiata, infatti, ed è cambiata proprio sulla base dei tanti, troppi casi simili a quello che domenica mattina ha sconvolto Piacenza e l’Italia.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.piacenza24.eu

SEGUIMI SU INSTAGRAM

Ogni giorno su Instagram fotografie e video inediti di quello che faccio.

SEGUIMI SU YOUTUBE

ACQUISTA I MIEI LIBRI

I Miei Libri - Psicologo Milano

SEGUIMI SU FACEBOOK