strumenti per webmaster Archivi - Psicologo Milano
28 Ottobre 2016
Conversazioni più efficaci con la "regola dei 3"

Conversazioni più efficaci: un esercizio pratico

Conversazioni più efficaci con la “regola dei 3” No me apetece probar otros remedios y sin embargo, como el Levitra Genérico puede potenciar los resultados hipotensores de los nitratos. La ventaja de este remedios es que los hombres con diabetes y la muerte de las células que constituyen el organismo. Que interactúa con los mecanismos naturales de respuesta a la estimulación sexual, los tratamientos que su medico haga una cita con su disfuncion erectil no responda al vacio y si […]
24 Novembre 2015
perfezionismo patologico

Il perfezionista patologico: 21 azioni tipiche

A piccole dosi, il perfezionismo può essere una buona strategia per raggiungere i propri obiettivi di vita. Tuttavia, esiste anche un “lato oscuro” al quale occorre prestare attenzione: il perfezionismo patologico. Invece di incrementare le vostre performance, questo atteggiamento rischia di inficiarle a causa di un’eccessiva accuratezza e meticolosità. Conoscete qualcuno così? Oppure siete voi stessi così? Ecco una lista di punti, con esempi annessi, che vi permetterà di discriminare i perfezionisti ordinari da quelli “patologici”.   1. Fermarsi prima […]
24 Ottobre 2015
invidia

INVIDIA: come usarla costruttivamente

L’invidia è un’emozione che spesso viene tenuta nascosta. Se siamo invidiosi di qualcuno difficilmente lo ammetteremo, eccetto forse con una persona che è a sua volta invidiosa e che può allearsi con noi nel denigrare l’oggetto dell’invidia. Le circostanze nelle quali possiamo essere invidiosi hanno sempre a che fare con paragoni sociali e competizioni tra noi ed altre persone. Questi paragoni e competizioni fanno parte della vita e fungono come mezzo di autovalutazione: attraverso il confronto con l’altro ognuno di […]
4 Gennaio 2015
sogni

Sogni: 10 interessanti approfondimenti scientifici

In questo articolo cerchiamo di rispondere ad alcune interessanti domande su uno dei più affascinanti prodotti della mente umana.   1. Perché alcune persone ricordano i sogni e altri no? Alcune persone ricordano moltissimo dei loro sogni, altre quasi nulla. Perchè questa differenza? Parte del motivo per cui alcune persone ricordano meglio i loro sogni è che si svegliano di più durante la notte, anche solo per brevi periodi. E’ infatti necessario essere svegli per codificare i sogni nella memoria […]
26 Ottobre 2014
vacanze e psicologia

Perché le vacanze fanno bene alla psicologia…

L’IMPORTANZA DELLA PAUSA ESTIVA L’estate è arrivata: tempo di vacanze con la famiglia o con gli amici, occasione ideale per rallentare i ritmi frenetici della quotidianità. Tuttavia, se siete come la maggior parte delle persone, probabilmente non riuscirete a godervi appieno tutti i vantaggi della stagione del relax, perdendo, anche quest’anno, la migliore possibilità per far riposare i vostri stanchi neuroni e guadagnarne in salute. Infatti, da quanto emerge da una recente ricerca americana, tre lavoratori su quattro non sono […]
15 Gennaio 2014
perfezionismo

5 passi per ridimensionare il perfezionismo

(…) La procrastinazione, cioè la tendenza a rimandare, e lo scarso rendimento sono spesso legati ad aspirazioni irrealistiche. Imporsiobiettivi praticamente impossibili da raggiungere non dà affatto la felicità, al contrario, può contribuire a rendere infelici. Quando le nostre ambizioni sono irrealizzabili, infatti, l’ansia aumenta a tal punto da diventare travolgente e controproducente. Invece, quando le persone inseguono mete realizzabili, l’ansia non è più un ostacolo, ma un aiuto, in quanto fa aumentare la motivazione e la concentrazione. Il bisogno di […]
29 Novembre 2013

Ortoressia: l’ossessione di mangiare sano

ortoressiaOrtoressia

Mangiare cibi biologici, fare sport, non bere, non fumare sono tutte condotte tipiche di quello stile di vita esemplare che i media, a partire dagli anni ’90, hanno incessantemente promosso con campagne su salutismo, benessere, fitness e wellness.
La ricerca ossessiva di tale modus vivendi, tuttavia, può divenire un problema soprattutto per quanto concerne il rapporto col cibo: si inizia escludendo alcune macro categorie alimentari, come la carne o i cibi di origine vegetale, per poi giungere a frequentare solo supermercati specializzati, fare propri esclusivamente regimi nutrizionali alternativi (Macrobiotica, Veganismo, Crudismo, etc.) ed avanzare, quindi, una crociata contro il cibo sospettato di essere inquinato, industriale, nemico, sviluppando, così, una vera e propria patologia: l'Ortoressia.
Il termine Ortoressia deriva da greco “orthos”, ossia “giusto” e “orexis”, ovvero “appetito”, ed indica l’ossessione psicologica per il mangiare sano;
29 Novembre 2013

Problemi alimentari e abusi emozionali

cibo emozioniCibo ed emozioni

Il concetto di abuso emozionale è di difficile definizione, in quanto tale forma di abuso non è caratterizzato da un comportamento specifico da parte del soggetto abusante, ma la definizione tende a dipendere dalla percezione da parte della vittima degli intenti e dei pensieri del perpetratore (Waller et al., 2007). In termini generali l’abuso emozionale “si riferisce a persistenti  maltrattamenti emotivi e atteggiamenti di rifiuto e denigrazione che determinano conseguenze negative sullo sviluppo affettivo e comportamentale. Tale categoria dovrebbe essere utilizzata quando si presenta da sola o è prevalente, dato che tutte le altre forme, in qualche modo, la comprendono.” (Di Blasio, 2000).
29 Novembre 2013

Bigoressia

bigoressiaLa bigoressia

Tra gli ormai innumerevoli mali dell’ultimo secolo, in cui culto e percezione del corpo assumono importanza rilevante, oltre ad Anoressia Nervosa e Bulimia Nervosa, è il caso di aggiungerne altri, non meno importanti e preoccupanti. Tra questi la BIGORESSIA.

Tale termine medico trova la sua origine etimologica nell’inglese “big” = grande e nel latino “orex” = appetito, ad indicare la “fame di grossezza”, ovvero il desiderio di possedere un corpo sempre più muscoloso e asciutto, il tutto accompagnato da cronica insoddisfazione per il proprio aspetto fisico e ossessivo timore di perdere il proprio stato di “perfetta” forma fisica, raggiunta in seguito ad anni di duro allenamento, diete e sacrifici.

29 Novembre 2013

Aforismi di psicologo Milano sul tuo sito!

Da oggi chi ha un proprio blog o sito internet può inserire alcuni Widget del sito Psicologo-Milano.it Per aggiungere gli aforismi di psicologo milano sul tuo sito copia e incolla questo codice tra le tue pagine web <script src=”http://widgets.twimg.com/j/2/widget.js”></script> <script> new TWTR.Widget({   version: 2,   type: ‘profile’,   rpp: 4,   interval: 6000,   width: 200,   height: 250,   theme: {     shell: {       background: ‘#333333’,       color: ‘#ffffff’     },     tweets: {       background: ‘#000000’, […]
1 Novembre 2013
libri non vedenti

Perchè i bambini pluridisabili non dovrebbero poter leggere come gli altri?

libri non vedentiContinuiamo ad approfondire l'argomento della lettura da parte dei bambini pluridisabili che, come già dicevo precedentemente, mi ha colpito molto. Andiamo più a fondo degli aspetti che stanno dietro alla loro creazione e dei processi che facilitano.

Il testo va semplificato ad un livello adeguato al lettore restando ricco, divertente e mantenendo alti il contenuto emotivo e il significato veicolato:  se la semplificazione toglie al testo parte del suo contenuto, che diventa quindi meno piacevole, significa che non è funzionale.

Ecco un esempio di testo modificato. L'originale è questo, uno stralcio di Cappuccetto Rosso.

1 Novembre 2013

Autonomia e rituali per crescere….

bambino-piccolo-gattoniAutonomia e rituali per crescere....

E' soprattutto a partire dai due anni che la voglia di autonomia comincia a farsi sentire in modo impellente nei bambini.

E' questa l'età in cui il piccolo comincia a dire "io", a riconoscersi allo specchio, a percepire il senso della propria unità corporea. Inizia a sentirsi una persona dotata di un suo pensiero e di una sua volontà, e fino a questo momento gli adulti lo sovrastano con la  loro "grandezza".

Da un lato il bambino ha bisogno degli adulti che lo circondano, perchè è dipendente da un punto di riferimento stabile e rassicurante.
Dall'altro, tuttavia, la dipendenza contrasta con il desiderio di auonomia che contraddistingue ogni crescita. Tale ambivalenza (troppo vicino, troppo lontano, voglio fare da solo, voglio che faccia tu per me perchè sono piccolo), è caratteristica di una normale evoluzione infantile.