Procrastinare: 4 indicazioni per non rimandare le cose - Psicologo Milano
morning routine
Come iniziare bene la giornata: 8 modi per morning routines sane, felici e produttive
3 Settembre 2020
destino
Accetta quello che non puoi cambiare: la storia di Thomas Edison
5 Settembre 2020
Mostra tutto

Procrastinare: 4 indicazioni per non rimandare le cose

procrastinazione

Ci sono alcuni momenti della giornata nei quali ci sentiamo inconcludenti e rimandiamo tutte le cose importanti che dovremmo fare, mi dedicandoci a compiti secondari o – peggio ancora – ci facciamo distrarre da mille situazioni che abbiamo attorno a noi. 

 

Amici, rimandare a domani ciò che dovremmo fare oggi è normale, e rappresenta purtroppo ad oggi uno dei problemi più frequenti nelle persone che si lamentano di quanto hanno costruito nel corso della loro vita.

 

Perché la gente rimanda? 

 

Perché è un po’ come se all’interno le persone avessero due tipi di sé: uno orientato al presente e uno al futuro. Essi sono, però, spesso in contraddizione l’uno con l’altro perché quello del futuro è felice se programma, fissa obiettivi e ragiona sul lungo termine, ma quello del presente non riesce proprio a capire questo linguaggio e ragiona per gratificazioni immediate.

Il problema è che questo secondo signore, il “sé presente” ha molto più potere nello scegliere cosa fare o non fare nel momento presente: è lui insomma che decide se buttarsi sulla ciambella (scelta che va per la maggiore) o se provare qualcosa di diverso.

Allora accade che ovviamente noi tutti siamo consapevoli che dovremmo mangiare sano oggi per evitare di essere sovrappeso tra 10 anni, ma la verità è che conseguenze negative, i rischi di diabete o di attacco cardiaco sono lontani anni luce dal nostro se presente, e non impattano sulle sue decisioni. E per impattare, invece, su di lui, devi fare leva NON sui benefici di domani, ma su quelli imminenti: o fai così, oppure in bocca al lupo.

 

Vediamo insieme alcuni spunti di riflessione che vanno in questa direzione.

 

1. Nel 99% delle situazioni soffri di più mentre stai procrastinando

Il primo è un dato: nel 99% delle situazioni soffri di più, stai più male, ti tormenti, ti angosci di più, quando ti trovi nel mezzo della procrastinazione, non quando sei nel mezzo dell’azione.

Facci caso: una volta che compi il primo passo del lavoro che tanto rifuggi, non è mai così tragico quanto te lo immaginavi. Il problema, insomma, non è svolgere il lavoro, ma iniziare a farlo. Come iniziare allora a intraprendere questa prima, maledetta, azione? Te lo dico con i prossimi 2 punti.

 

2. Rendi i benefici a lungo termine immediati

Rendi i benefici a lungo termine più immediati. In questo modo il tuo Sé presente si ingaggia molto prima. Una strategia che mi piace è quella riassunta in questa formula: “Fai ciò che ti piace, solo mentre fai ciò che tendi a rimandare”.

Esempio? Ascolta il tuo podcast preferito solo mentre fai esercizio fisico. Guarda il tuo telefilm preferito solo mentre stiri le camice. Mangia al tuo ristorante preferito solo dopo avere condotto la tua riunione mensile con quei colleghi che proprio non sopporti…

 

3. Anticipa la punizione del rimandare

Il terzo punto è il contrario del precedente: invece di anticipare la ricompensa del fare immediatamente, anticipi la punizione del procrastinare.

Se fai esercizio fisico da solo, saltare un allenamento non impatterà negativamente sulla tua vita. Ma se ti organizzi per trovarti con qualcuno e inizi a dargli buca una due o più volte, il tipo inizierà a vederti come uno poco determinato: più facile che il tuo “sé presente” si attivi per far si che questo non accada.

 

4. Programma in anticipo le tue azioni

Programma le tue azioni in anticipo. Ci sono delle cose che puoi fare in anticipo e che ti possono favorire nell’affrontare ciò che devi fare e a non distrarti.

Puoi fermare lo spreco di tempo sul cellulare se disattivi le notifiche e cancelli i giochini che ti distraggono. Puoi ridurre la possibilità che la tv ti attragga come una calamita, se la metti all’interno di un armadio che si possa richiudere per nasconderla al tuo sguardo.

 

Amici, sconfiggere la procrastinazione è molto difficile. Questi spunti non vogliono essere una ricetta magica ma un punto di partenza sul quale riflettere e magari anche da sperimentare.

 

Se sei vuoi cercare/condividere strumenti pratici per la tua crescita personale iscriviti al gruppo Facebook (gratuito) che ho creato “PsyWay” qui: https://www.facebook.com/groups/23110…

 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.