Sentirsi in gabbia: la storia del domatore di leoni - Psicologo Milano
Psicologia e film: la recensione di “The Dawn Wall”
16 Ottobre 2020
Stato di Flow e sport: 3 indicazioni per sperimentarlo
3 Novembre 2020
Mostra tutto

Sentirsi in gabbia: la storia del domatore di leoni

Oltre un secolo fa, un domatore di leoni di nome Clyde Beatty imparò una lezione estremamente importante che oggi impatta in quasi tutte le aree della tua vita.

Quando era adolescente, lasciò casa per unirsi al circo e assunse il ruolo di pulitore di gabbie. Negli anni seguenti, Clyde fa una rapida gavetta che lo porta a diventare l’artista protagonista del circo.

Nel suo show era in grado di portare tutti insieme all’interno dell’arena leoni, tigri, puma e iene domandoli contemporaneamente.

Ma la sua impresa più importante è stata che, mentre la maggior parte dei domatori di leoni moriva nella gabbia con le bestie feroci, lui visse fino a 60 anni. Fu infatti il cancro a togliergli la vita, e non un leone. 

Quale il suo segreto per riuscire a sopravvivere? Era un’idea semplice: portare con sé una sedia all’interno della gabbia dei leoni. Non è infatti la frusta a fare il lavoro importante, che è più un elemento scenico di spettacolo, ma la sedia. Quando il domatore la pone davanti alla faccia del leone, infatti, il leone prova a focalizzarsi su tutte e quattro le gambe contemporaneamente. E con l’attenzione divisa, diventa confuso e insicuro rispetto a ciò che deve fare successivamente. Quando si trova davanti così tante opzioni, il leone decide di immobilizzarsi ed aspettare, invece che attaccare l’uomo che ha la sedia. 

Ora, veniamo a te. Quanto spesso ti sei trovato nella stessa condizione del leone?

Quanto spesso hai avuto un obiettivo da raggiungere e solo per la presenza di una marea di opzioni che avevi di fronte, ti sei sentito confuso e non hai fatto progressi?

Prendi il campo del fitness, dove ogni esercizio fisico o strumento che ti propongono te lo vendono dicendo che è il migliore. Oppure l’ambito alimentazione, dove ogni esperto di dieta dice che il suo piano alimentare è il migliore. Il punto è che mentre gli esperti sono occupati a dibattere rispetto a quale sia l’opzione più adeguata, le persone che vogliono migliorare le loro vite adesso sono scoraggiate da tutte le informazioni conflittuali che raccolgono. 

Troppe alternative producono una paralisi decisionale e in questo panorama quando agiamo lo facciamo di meno, o facciamo meno progressi.

Ogni volta che il mondo ti sventola una sedia in faccia, ricorda questo: tutto ciò che devi fare è “fare UNA cosa”.

All’inizio si tratta semplicemente di iniziare, anche se non hai magari proprio tutte le informazioni a tua disposizione. Iniziare prima di sentirti pronto è una delle abitudini delle persone di successo. Molte persone, infatti, non hanno problemi di concentrazione, ma nel prendere delle decisioni. E dopo che hanno preso la decisione e si mettono in cammino nel loro percorso, allora trovano il modo di raccogliere le informazioni di cui hanno veramente bisogno.

Migliorare la tua salute, il tuo lavoro e la tua vita spesso non riguarda tanto l’imparare a focalizzarsi e concentrarsi meglio, ma scegliere un compito specifico e impegnarsi fattivamente in quella direzione, sulle cose fondamentali. 

Non agire come il leone che divide la sua attenzione tra le quattro gambe della sedia, fai il primo passo e fidati del fatto che capirai come fare il secondo, quando avrai bisogno di farlo. 

Una volta che deciderai cosa è per te importante e ti impegnerai per realizzarlo, la capacità di focalizzarti e concentrarti a tua disposizione aumenterà.

Quindi, caro amico, basta fissare la sedia. La vita non è una prova generale. Che tu lo sappia o meno sei già nella gabbia dei leoni. Lo siamo tutti noi. E per la maggior parte del tempo stiamo lì seduti tranquillamente fissando la sedia di fronte a noi, e discutendo rispetto a quale sia la gamba più importante. 

Non dovrebbe essere così. Prendi una decisione. Se anche fosse sbagliata imparerai qualcosa di più su di te e sui tuoi desideri. 

C’è qualcosa che devi fare ora. Qualcosa che ti sta chiamando, che è importante per te e per cui sei destinato. Io non so cosa sia, ma tu sì. 

 

Se vuoi approfondire il tema, puoi leggere il mio nuovo libro “L’era del cuore. Come trovare il coraggio per essere felici”. Puoi ordinarlo a questo link: https://amzn.to/2ASWbsG

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.