Crescita personale: perché la tua grandezza si misura da quanto cresce chi ti sta attorno - Psicologo Milano
fasi di vita
Psicologia delle fasi di vita: essere figlio, partner o essere genitore?
27 Settembre 2020
come mangiare sano
Mangiare sano: 7 strategie scientifiche per buone abitudini alimentari
27 Settembre 2020
Mostra tutto

Crescita personale: perché la tua grandezza si misura da quanto cresce chi ti sta attorno

leader crescita

Come misuro il mio livello di crescita personale? 

Questa è una domanda che mi viene spesso rivolta dagli altri appassionati dei processi di automiglioramento.

I principianti della crescita personale – e con principianti non voglio utilizzare una accezione negativa o offensiva del termine, ma semplicemente indicare i neofiti, chi si è avvicinato da poco a questa disciplina – misurano i loro progressi seguendo una serie di parametri. 

Ad esempio: quanti libri ho letto questanno? Quali obiettivi ho raggiunto? Quanto mi sento più felice? Quando mi sento migliore rispetto a “x” mesi fa? E così via. 

Ognuno ha i suoi parametri, sono tutti importanti da monitorare, non voglio dire che è sbagliato farlo e io stesso ogni 12 mesi mi prendo del tempo per fare il punto della situazione. 

Però quando inizi a diventare cintura nera di automiglioramento, le cose devono secondo me cambiare. 

Non è più sufficiente cioè analizzare le aree nelle quali tu sei cresciuto, ma devi fare qualcosa di diverso. 

Lidea che da diverso tempo porto avanti è che devi imparare a valutare la bontà di una persona non tanto dai risultati che porta a casa lei, ma da quanto cambia in meglio chi le sta vicino. 

Cioè, la vera cartina tornasole per vedere se una persona è cintura nera di automiglioramento o cintura bianca, è chiedersi: ma quella persona che è entrata in contatto con lui, dopo è migliorata o peggiorata? Era più felice o più stressata? Ha iniziato a guadagnare di più o di meno? Ha trovato la sua dolce metà oppure ha iniziato a frequentare cattive compagnie? Quali comportamenti ha rinforzato nella sua quotidianità? Sono comportamenti che lhanno avvicinata alla migliore versione di se stessa oppure che lhanno allontanata? 

Quello che voglio dire, insomma, è che i professionisti della crescita personale misurano la loro crescita in base a quanto riescono ad aiutare gli altri a esprimersi al meglio.

Quale ricerca scientifica cito al riguardo? Nessuna.  

Sulla base di quali pezze giustificative allora sostengo questa tesi? 

Sulla mia esperienza. Se uno riesce a crescere come persona, infatti, arriva a un certo punto a mettere gli altri davanti a se stesso. Non necessariamente tutto il mondo/universo, ma almeno il SUO mondo. Il tuo partner, i tuoi figli, i tuoi colleghi e amici più stretti. 

Ogni anno fai un piano di miglioramento per le persone a te più care e adoperati successivamente a farle crescere. 

Ora, come tutte le cose ci vuole gradualità in questo processo. Prima si parte dalla cintura bianca e poi si conquista la gialla, arancione, etc. etc. Fino ad arrivare alla nera. 

Se sei un principiante e provi a fare un calcio volante degno di un terzo dan, ti romperai il legamento. 

Nella mia vita ho avuto diversi mentori. Ognuno di loro mi ha a un qualche livello fatto crescere, e quindi io sarò a tutti loro estremamente grato per la vita. Ma se ci penso, la maggior parte di questi mentori mi hanno fatto crescere solo al livello di competenze, mentre pochi altri anche a livello umano. 

Parlo di valori, di stile di vita, di etica. Erano i leader che erano veramente interessati alla mia autonomia più che al loro ego, al farmi diventare adulto più che a dei loro possibili tornaconto, a fare il tifo per me come uomo prima ancora che come professionista. 

Non farò i loro nomi, ma loro lo sanno chi sono. 

E il modo migliore che ho per ringraziarli è cercare di fare io stesso con le persone a me care ciò che loro hanno fatto con me. 

La grandezza di un individuo non si misura da ciò che ottiene, ma da quanto cresce chi gli sta vicino. Investi prima su di te coltivando un egoismo sano. Ma quando sarai in equilibrio – se vuoi fare un calco in più – rileggi questo articolo e facci un pensiero.

 

Ne “L’era del cuore” parlo di come misurare la propria crescita personale, ma non solo. Parlo di coraggio, del valore che viene generato dal coraggio, compra ora la tua copia a questo link: https://amzn.to/2U89yMm 

Se vuoi sapere qualcosa in più sulla mia visione specifica del successo, e desideri apprendere alcune strategie e che potranno aiutarti a raggiungere prima il successo, ecco il link del mio video-corso “Fallo succedere”: https://bit.ly/39BDh6b. Ti aiuterò a sfruttare la psicologia del successo a tuo vantaggio, facendoti avvicinare a ciò che più per te conta nella vita.

 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.