Leadership al femminile: risorse e ostacoli - Psicologo Milano
come sopravvivere ambienti tossici lavoro
Colleghi che parlano alle tue spalle: 5 tecniche per sopravvivere in un posto di lavoro tossico
23 Giugno 2020
come fare una riunione
Riunione a distanza perfetta: 10 regole
24 Giugno 2020
Mostra tutto

Leadership al femminile: risorse e ostacoli

donna manager leadership

La leadership, oggi, per Paolo Ruggeri è donna: vediamo quali sono i motivi per cui è importante per un’azienda avere una leadership al femminile, raccontandoci risorse e ostacoli che le donne affrontano nel lavoro.

 

“Nella mia azienda la maggior parte degli operations-manager sono donne, una volta erano uomini. Se torniamo indietro a 20 o 25 anni fa, tutte le persone nella mia azienda che gestivano la promozione – cioè che quindi organizzavano corsi, gestivano gruppi di consulenza – erano tutti uomini.

Oggi sono tutte donne. Ma non è perché io ho scelto quelle donne, ma perché l’evoluzione della società va in quella direzione. Le aziende che oggi vogliono andare bene devono avere delle donne nelle posizioni di comando, ma non è un discorso di quote rosa. Siccome la società va sempre più verso l’esperienza, le emozioni, sono loro ad essere molto più capaci in questo. Nelle aziende di trasporti servono donne manager, nelle aziende edilizie servono donne manager. Quando io vedo delle aziende con soli uomini all’interno del suo stato maggiore, so che sono aziende che soffrono, o che avranno una serie di problemi.

Però questo, vedi, lo sanno solo alcuni imprenditori illuminati, che quindi creano spazio. Molti, invece, non se ne rendono conto e quindi la donna incontra delle difficoltà perché ha degli ostacoli nella crescita. Alcuni miei operations-manager sono madri e quindi, ad esempio, mi chiedono uscire per andare a prendere il figlio all’asilo, ma non è un problema. Queste persone sono molto più efficaci.

Secondo me una donna deve trovare un’azienda che è basata su dei valori, principi intangibili, che a sua volta ha una buona visione delle persone, e allora lì fa strada. Non deve diventare un uomo, diventare cattiva.

Io vedo con piacere, sempre di più, che è un dato di fatto: le aziende che vanno bene alla cima, nello stato maggiore, hanno una forte componente femminile, non fatta da quote rosa, che sminuiscono la donna poiché essa è fondamentale e non ha bisogno di “quote rosa” per essere preservata. Ha dentro di sé tutto ciò che serve per portare valore.

Tante cose del mondo del lavoro sono organizzate ancora per un mondo del lavoro che non esiste più. Se non accetto la persona che è mamma e deve andare a prendere il figlio perché secondo me dovrebbe lavorare 10 ore, sbaglio, perché è bello. Inoltre, il lavoro lo puoi fare in ogni momento. Il vero lavoro è quello emozionale e relazionale e ha bisogno di persone forti su quello.”

 

Chi è Paolo Ruggeri?

– Socio fondatore e direttore generale di Open Source Management: http://www.opensourcemanagement.it/

– Se vuoi approfondire il tema della leadership ecco il link per il libro di Paolo Ruggeri: https://amzn.to/2qyisTU

– Per vedere l’intervista completa: https://www.youtube.com/watch?v=-mDGP…

 

Commenti
Luca Mazzucchelli
Luca Mazzucchelli
Direttore della rivista "Psicologia Contemporanea", Vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato il canale youtube “Parliamo di Psicologia”, con cui ispira migliaia di persone su come vivere meglio grazie alla psicologia, ha dato vita alla "Casa della Psicologia" assieme ai colleghi dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia ed è consulente editoriale delle collane di Psicologia Giunti Editore.