Blog

Non si è mai troppo vecchi per un cervello giovane

Psicologia

Non si è mai troppo vecchi per un cervello giovane

Come mai alcuni individui arrivano a 90 anni con una brillantezza invidiabile, mentre in altri a 60 inizia il declino cognitivo?

Ecco alcuni fattori che possono influenzare il decorso dell’invecchiamento cerebrale, che a quanto pare è tutt’altro che inesorabile, tra i quali risulta particolarmente importante l’attività fisica.

Voto articolo 7/10

Luca Mazzucchelli

Tratto dall’articolo

un recente studio, pubblicato sulla rivista Trends in Cognitive Sciences, ha scoperto che a contare per un cervello giovane non è solo quello che abbiamo fatto nel corso della nostra vita adulta.

Secondo i ricercatori ci sono infatti speranze per un lifting al cervello (migliorare la memoria, restare lucidi) anche per chi interviene dopo i 60 anni, età in cui il declino cognitivo inizia a farsi sentire con più aggressività.

Il segreto dell’eterna giovinezza mentale, secondo l’autore Lars Nyberg, docente di neuroscienze alla Umeå University, è nel mantenersi attivi, sia socialmente che fisicamente, quando si entra nella terza età.

Leggi tutto l’articolo

See on www.benessereblog.it

SEGUIMI SU INSTAGRAM

Ogni giorno su Instagram fotografie e video inediti di quello che faccio.

SEGUIMI SU YOUTUBE

ACQUISTA I MIEI LIBRI

I Miei Libri - Psicologo Milano

SEGUIMI SU FACEBOOK