Blog

Psicologi e prestazioni a distanza

terapia-online
InformaOPL

Psicologi e prestazioni a distanza

terapia-onlineE finalmente venne il giorno in cui il CNOP trovò il tempo per aggiornare le linee guida emanate nel 2003 sulle prestazioni psicologiche a distanza.

Dico “finalmente” perchè quel giorno è caduto il 2 ottobre 2013, e in un ambito come quello online aspettare 10 anni senza aggiornare le linee guida (o raccomandazioni) è un mare di tempo nel quale può succedere di tutto.

 

Anche per questo, come Consigliere dell’Ordine Psicologi Lombardia, ho a lungo lavorato per far sì che almeno il mio ordine regionale potesse restare al passo con le esigenze degli iscritti, e il lavoro realizzato con la creazione del Kit pronto all’uso per lo psicologo online inseguiva proprio quella direzione, come anche il riassumere le principali linee guida presenti all’estero per regolamentare l’attività dello psicologo a distanza.

Tuttavia ha ovviamente ben altro peso un documento rilasciato dal nostro Consiglio Nazionale.

 

Cosa dicono queste raccomandazioni?

In breve possiamo affermare che queste raccomandazioni continuano a negare la possibilità di fare psicoterapie e attività diagnostica a distanza (ne parla in particolare il punto 6), ma affermano chiaramente che interventi di e-healt di carattere psicologico sono consentiti.

Giustamente viene posta attenzione sull’importanza di un’adeguata formazione dello psicologo in questi contesti, come anche la necessità di acquisire maggiori dati dal mondo scientifico che a grande velocità – soprattutto in altri paesi – sta sempre più lavorando anche per mezzo di queste nuove tecnologie.

 

Raccomandazioni insomma allineate con quanto ribadito anche dal nuovo articolo 1 del codice deontologico degli psicologi italiani, al quale – a seguito del recente referendum – è stato aggiunto l’ultimo comma dove, facendo riferimento esplicito a tutte le raccomandazioni inserite nell’attuale codice deontologico, si precisa:

“Le stesse regole si applicano anche nei casi in cui le prestazioni, o parti di esse, vengano effettuate a distanza, via Internet o con qualunque altro mezzo elettronico e/o telematico.”

Molto ancora la psicologia moderna deve fare per permettere un utilizzo delle nuove tecnologie funzionale al benessere dello psicologo e dei suoi clienti, e poco forse cambia con queste raccomandazioni rispetto alle linee guida del 2003.

Tuttavia con questo segnale il CNOP mostra di vedere e “riconoscere” tutto il mondo emergente dell’online, nella speranza che questo possa essere un primo passo verso una maggiore presenza di psicologi “virtuosi” in un mondo che non deve essere lasciato in mano a professionisti improvvisati.

Qui si possono consultare le nuove raccomandazioni del CNOP.

Luca Mazzucchelli

 

Ti è piaciuto l’articolo? iscriviti alla mailing list!

* indicates required
Su che argomenti vuoi restare aggiornato?

SEGUIMI SU INSTAGRAM

Ogni giorno su Instagram fotografie e video inediti di quello che faccio.

SEGUIMI SU YOUTUBE

ACQUISTA I MIEI LIBRI

I Miei Libri - Psicologo Milano

SEGUIMI SU FACEBOOK