Blog

Scrivere: efficace autoterapia

Benessere / Psicologia

Scrivere: efficace autoterapia

Il mio parere: mettere nero su bianco i propri stati d’animo, paure, rabbia, senso di oppressione può essere terapeutico.

Scrivere di sé è una forma di riscatto da cui possiamo trarre un inappagabile senso di liberazione, può aiutare a razionalizzare e a trovare un senso a quel che ci è accaduto e che ci ha destabilizzato.

E’ un momento prezioso e riflessivo che ci permette di confrontarci con noi stessi e conoscerci più a fondo.

Voto all’articolo 8/10

Tratto dall’articolo:

“Dimentichiamo le poesie scolastiche, i racconti da riassumere… Proviamo invece a scrivere in tutta libertà un nostro racconto, una nostra poesia. L’effetto è sorprendente: aiuta a guarire.

Ma come orientarsi di fronte alla pagina bianca e lasciar emergere le profonde sonorità del nostro animo?

Quando ci si sente sconfortati e non si sa più cosa fare, il suggerimento è quello di prendere carta e penna, chiudere gli occhi e fare qualunque scarabocchio venga in mente.

Importante lasciar scorrere le emozioni attraverso il braccio, la mano, le dita, perché si sciolgano sulla carta. Se si avverte il bisogno, aprire gli occhi e scrivere le parole così come vengono.

Lasciarsi andare e pensare che molti scrittori sostengono che scriviamo meglio quando pensiamo che nessuno ci leggerà. Spesso la paura ci impedisce di vedere che cosa vogliamo veramente.

Trasformare gli enunciati aiuta in molti casi a sondare attrazioni e rischi, vantaggi e svantaggi di ogni situazione inesplorata, consentendo di sostituire scelte consapevoli a quelle dominate dalla paura.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.piusanipiubelli.it

SEGUIMI SU INSTAGRAM

Ogni giorno su Instagram fotografie e video inediti di quello che faccio.

SEGUIMI SU YOUTUBE

ACQUISTA I MIEI LIBRI

I Miei Libri - Psicologo Milano

SEGUIMI SU FACEBOOK