ricerche scientifiche Archivi - Pagina 2 di 3 - Psicologo Milano
15 Febbraio 2014
suggestioni

9 semplici suggestioni che possono modificare le percezioni delle persone

Possiamo migliorare la nostra vita e quella degli altri con il potere dalla suggestione? Quanto è forte il potere della suggestione? Una delle più potenti dimostrazioni è l’Effetto Placebo, per il quale “finti farmaci” possono farci sentire meglio. Ma la ricerca psicologica è piena di ogni sorta di altre scoperte su come altre piccole suggestioni possono influenzare il modo di pensare e percepire il mondo. Qui di seguito trovate 9 esempi riportati in un recente articolo pubblicato sulla rivista Current […]
14 Febbraio 2014
benefici psicologici della rabbia

Rabbia: 6 benefici psicologici

Ci sono numerosi buoni motivi per evitare di arrabbiarsi. La rabbia può farci stare male, condurci a fare cose stupide senza considerarne i rischi e può essere distruttiva. Come risultato di ciò, le persone civili fanno del loro meglio per sopprimerla e mascherarla. Tuttavia, come tutte le altre emozioni, la rabbia ha anche alcuni aspetti positivi che, se usati adeguatamente, possono portare a importanti risultati. 1. La rabbia è una forza motivante A volte si sente parlare della possibilità di […]
7 Febbraio 2014
misteri del sonno

Miracoli e misteri del sonno in 10 studi psicologici

1. Sonno Placebo: (…) Se riteniamo di aver dormito splendidamente la notte precedente, ci sentiremo meglio e avremo prestazioni migliori, anche se il nostro sonno è stato lo stesso di sempre. Questo è ciò che Draganich and Erdal (2014) hanno scoperto in uno studio in cui i partecipanti erano collegati a sensori, presentati dagli sperimentatori come rilevatori della qualità del loro sonno, ma che in realtà non misuravano nulla. (…) I partecipanti a cui fu detto che avevano dormito meglio ebbero i […]
6 Febbraio 2014

Twitter, il nuovo strizzacervelli che scova i depressi?

Luca Mazzucchelli – www.psicologo-milano.it‘s insight: Il mio parere: l’articolo che segue, se letto per intero, sembra polemico e scettico circa l’utilità che le comunicazioni che avvengono sui social (ad esempio Twitter) possano avere per comprendere meglio i problemi di chi li abita. Io invece credo molto che – perfezionando gli strumenti oggi a disposizione – veramente si possano studiare interventi e strumenti ad hoc per prevenire disagi e aumentare il benessere. Per chi fosse interessato a sapere come immagino la psicologia […]
3 Febbraio 2014
problemi di coppia

Le quattro cose che uccidono una relazione d’amore consolidata

La ricetta per il divorzio? Criticare, disprezzare, stare sulla difensiva, fare ostruzionismo.   Da oltre 40 anni lo psicologo John Gottman si dedica a studiare i rapporti di coppia. Ha seguito coppie per decenni con l’obiettivo di identificare quali comportamenti fossero predittivi di una storia a lungo termine piuttosto che di un imminente divorzio. (…) Secondo Gottman una coppia in cui prevalgono questi 4 elementi è candidata al divorzio in media dopo 6 anni dal matrimonio.   1 . CRITICARE […]
28 Gennaio 2014

Madri internet dipendenti in aumento: sono online più dei loro figli

LO STUDIO – Le madri internet dipendenti aumentano a macchia d’olio, secondo lo studio del prof. Tonino Cantelmi, docente di psicologia dello sviluppo presso la Lumsa di Roma, il quale ha scoperto, dopo un lungo periodo di ricerca dedicato all’analisi dei giovani “nativi digitali”, che le madri sono assuefatte da internet nello stesso modo, talvolta anche in maggior misura, dei loro figli.   TUTTO PER I FIGLI – Le madri internet dipendenti si legano al mondo del web fin dalla nascita dei propri bimbi, […]
23 Gennaio 2014
prima la buona o la cattiva notizia

“Sputa il rospo”: comunicare prima la bella o la cattiva notizia?

Esistono buone e cattive notizie. Quale delle due comunicare per prima? (…)   Secondo la Professoressa Kate Sweeny e la psicologa Angela M. Legg, l’atto di dare e ricevere brutte notizie è una faccenda complicata per molte persone (….) “L’argomento ha ispirato moltissimi articoli dei media, che indicano le “buone pratiche” per dare cattive notizie, ma finora ci si è fondati più su ricette e aneddoti popolari che su basi scientifiche”   In una serie di esperimenti condotti su studenti […]
23 Gennaio 2014

Facebook morirà nel 2017: dottorandi Princeton prevedono la catastrofe

 I Social Network cominciano a diventare fuori moda. E’ questo quello che risulta da uno studio di due dottorandi della prestigiosa Università americana.   I risultati delle analisi stati resi noti a pochi giorni dalla ricorrenza dei dieci anni del social network di Mark Zuckerberg, nato il 4 febbraio del 2004. Facebook quindi, può essere considerato come una “moda passeggera” oppure una “malattia infettiva”.   I due giovani, John Cannarella e Joshua Spechlere, si sono basati sull’esperienza di ascesa e […]
20 Gennaio 2014
leggere cambia il cervello

Leggere un romanzo cambia il cervello

Ventuno studenti sono stati sottoposti per 19 giorni a una risonanza magnetica funzionale. Per i primi 5 giorni a mente sgombra, poi per 9 giorni impegnati nella lettura di “Pompei” di Robert Harris: “i cambiamenti neurologici che abbiamo rilevato ci testimoniano come la lettura di un romanzo ci può trasportare nel corpo del protagonista”. (…) Del resto, già nel 2006 una ricerca aveva testimoniato lo stretta relazione fra mente e suggestioni grafologiche, dimostrando come leggere le parole “caffè” o “profumo”, […]
16 Gennaio 2014
mente geniale

Fai funzionare meglio il tuo cervello: metodi realistici per prestazioni «geniali»

Esistono molti modi per ottenere il massimo dal nostro cervello aumentandone le prestazioni: avere più memoria, riuscire a concentrarsi di più, sfruttare a fondo la creatività, imparare a usare meglio il ragionamento, rafforzare la logica.   È possibile farlo da giovanissimi (…), ma è un obiettivo realistico anche per chi è già adulto: ormai si sa da tempo che le cellule del cervello mantengono una certa plasticità ben oltre i 18 anni, consentendo a chiunque di poter migliorare le performance […]
2 Gennaio 2014
emozioni nel corpo

Dalla Finlandia la prima mappa corporea delle emozioni

Chiudete gli occhi e immaginate l’ultima volta che vi siete innamorati (…). Dove avete sentito l’amore? Forse avete sentito le farfalle nello stomaco o il vostro cuore ha iniziato a battere velocemente.   Un team di scienziati finlandesi ha chiesto ad un campione di soggetti di localizzare in quale zona del corpo percepissero diverse emozioni, trovando risultati sorprendentemente coerenti anche attraverso le culture.
26 Dicembre 2013
uovo o gallin

Meglio un uovo oggi o una gallina domani? Come il cervello resiste alle tentazioni

Meglio una pizza da asporto stasera o una cena fuori nel week-end? (…) Capita spesso di dover decidere se indulgere a un piccolo piacere nell’immediato, o resistere in cambio di una lauta ricompensa più in là nel tempo.   Perché alcune persone riescono a stringere i denti e aspettare, mentre altre preferiscono accontentarsi di poco, ma subito? La nostra capacità di resistere alle tentazioni dipenderebbe da alcune aree cerebrali che regolano la memoria, e in particolare dall’ippocampo, come dimostra una […]