Blog

Udire, ascoltare e ascoltare attivamente

Psicologia

Udire, ascoltare e ascoltare attivamente

il mio parere: alcune differenze importanti tra termini spesso utilizzati come sinonimi ma in realtà assai differenti.

L’ascolto è d’altra parte uno strumento potente quanto sottoutilizzato ai nostri giorni, cosa che porta inesorabilmente a una serie di problematiche anche molto invalidanti.

L’articolo che segue è di per sé molto lungo e dettagliato, contenente anche una serie di tecniche per ampliare la capacità di ascoltare in maniera attiva.

Voto articolo 8/10

Tratto dall’articolo:

“Udire è il fenomeno fisico che rappresenta la nostra capacità sensoriale di percepire un suono.

Ascoltare è invece un atto volontario che implica il desiderio di prestare attenzione alla conversazione per comprendere ciò che l’interlocutore sta esprimendo.

Saper ascoltare attivamente è un’arte grazie alla quale possiamo rendere efficace il nostro modo di comunicare e di entrare in relazione autentica con l’altro.

Imparare ad ascoltare attivamente ci rende capaci di

  • evitare errori molto comuni che contribuiscono a formare delle “barriere” nella comunicazione che portano a quelle facili incomprensioni di cui ognuno di noi ha esperienza;
  • diventare più sensibili e attenti al vissuto emotivo che accompagna ogni comunicazione e si esprime attraverso il linguaggio paraverbale e non verbale, consentendoci di andare oltre ciò che viene espresso con le parole;
  • padroneggiare la tecnica del rispecchiamento empatico che ci consente di comunicare all’altro la nostra presenza nella relazione e gli darà la netta sensazione di essere ascoltato e compreso.”

Leggi tutto l’articolo

Luca Mazzucchelli

See on www.psicologiaok.com

SEGUIMI SU INSTAGRAM

Ogni giorno su Instagram fotografie e video inediti di quello che faccio.

SEGUIMI SU YOUTUBE

ACQUISTA I MIEI LIBRI

I Miei Libri - Psicologo Milano

SEGUIMI SU FACEBOOK